Chiusura pozzo S. Sisto: il giudice Bonato respinge gli appelli e conferma l’ordinanza

All’udienza erano presenti le parti interessate con i loro avvocati. Abbiamo visto entrare Domenico Belli per la Free Time Srl, Luca Balletti per le Antiche Terme Romane e Domenico Massini per l’Associazione “Le Masse”.

553

Stamattina, presso il tribunale di Viterbo, il giudice Federico Bonato ha esaminato i ricorsi contro la sua ordinanza del 21 marzo scorso, proposti dalla Soc. Antiche Terme Romane Srl e dall’Associazione “Le Masse”, contro la chiusura del pozzo S. Sisto. Il giudice è entrato in aula alle 10,38 e ne è uscito alle 13,00.

All’udienza erano presenti le parti interessate con i loro avvocati. Abbiamo visto entrare Domenico Belli per la Free Time Srl, Luca Balletti per le Antiche Terme Romane e Domenico Massini per l’Associazione “Le Masse”. La discussione è stata lunga e articolata. Domenico Belli, tracciando a grandi linee la storia della diatriba tra la Soc. Free Time Srl e le controparti, ha ricordato che – sin da quando la Free Time ha ottenuto il permesso di ricerca dalla Regione Lazio – ha subito dovuto difendersi presso il Tar da un giudizio di primo grado, poi in appello e quindi presso il Consiglio di Stato.

La stessa situazione si è ripetuta dopo il rilascio della concessione e, successivamente, dopo l’ ampliamento di questa. Ha concluso dicendo che la Free Time ha investito ingenti quantità di capitali per operare nel termalismo e che vorrebbe vedere coronato questo sogno. Il giudice Bonato ha risposto in termini di comprensione di queste ragioni e, al termine della discussione, ha confermato tutte le disposizioni contemplate nell’ordinanza del 21 marzo e chiuso l’udienza.

All’uscita, com’ era naturale che fosse, facce allegre e facce sconsolate. Un altro passo del lungo e contrastato cammino del termalismo viterbese è stato compiuto. Ma, prima di chiudere questo controverso capitolo, bisognerà attendere ancora. Il percorso non finisce qui. Manca la sentenza finale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui