Chiusure, Marini (FI): “Criminali nuove chiusure senza risarcimenti. Ora basta, Mattarella intervenga e salvi il paese”

174
Foto di CivOnline

“Il proverbio dice che sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico. Quando, però, si continua a sbagliare sulla pelle di imprenditori, lavoratori e cittadini, molti dei quali privati della dignità, oltre che di un reddito, allora siamo in un altro campo: quello dell’irresponsabilità, che rischia di diventare criminale. Le scelte operate dal Governo, con il nuovo Dpcm, infatti, non tengono in alcun conto le istanze di interi settori, a partire da quello del turismo, e, soprattutto, ancora una volta si procede a chiusure senza senso, prima di aver risarcito aziende e lavoratori danneggiati dal blocco”. Giulio Marini, responsabile Turismo di Forza Italia nel Lazio, accusa: “È incredibile che, a distanza di otto mesi da marzo, siamo ancora ai “daremo”, “faremo”, “bonificheremo”. Il turismo è praticamente morto, la ristorazione è in coma profondo e la soluzione indicata è un nuovo stop, in nome dell’emergenza sanitaria. Si dimentica che se oggi gli ospedali sono al collasso per l’aumento della curva dei contagi, fatto largamente prevedibile, la responsabilità non è certo di bar e ristoranti,  ma è tutta dell’inerzia del Governo, che non ha utilizzato per la Sanità un solo euro dei miliardi, autorizzati anche dalle opposizioni, degli scostamenti di Bilancio”.“Conte, Zingaretti, Renzi e Di Maio – conclude Marini – stanno letteralmente uccidendo il Paese. Parlano di unità, poi mettono una Regione contro l’altra, con la follia delle zone rosse, gialle e arancioni, senza riuscire spiegare i motivi di questo imbarazzante arcobaleno. E, quel che è peggio, non hanno ancora versato gli indennizzi del Decreto Ristori, già modificato più volte, col solo scopo di prendere tempo. Non ci vuole uno scienziato per comprendere che, anche stavolta, arriverà qualche elemosina a pochi fortunati e larga parte del Paese resterà a bocca asciutta, senza nemmeno poter lavorare, per le scelte ottuse del Governo. È una vergogna assoluta e, a questo punto, riteniamo che il Capo dello Stato abbia il dovere di far sentire la sua voce, per salvare l’Italia dalle decisioni totalmente sbagliate di un esecutivo e di una maggioranza di scellerati e arroganti“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui