Il responsabile Turismo di Forza Italia Lazio al ministro Garavaglia: "Auspicabile la ripresa a maggio ma alle aziende servono aiuti oggi non tra un mese"

Chiusure, Marini: “La situazione è esplosiva, indennizzi subito. Domani non esiste più”

83

“Purtroppo sta avvenendo ciò che temevamo e ventilavamo da tempo: le chiusure delle attività commerciali, senza indennizzi veri, dopo oltre un anno, sono diventate una bomba sociale, che rischia di deflagrare da un momento all’altro”.

Così Giulio Marini, responsabile Turismo di Forza Italia nel Lazio, che prosegue: “Le proteste e le prime violenze sono segnali molto preoccupanti, che il Governo non può trascurare: lavoratori e imprenditori dei settori maggiormente colpiti dalle chiusure dovute all’emergenza sanitaria, come la ristorazione, l’ospitalità e il turismo, sono disperati. La situazione è esplosiva e non si può più andare avanti con promesse che, per un motivo o per un altro, vengono disattese: i soldi o non arrivano o sono sempre meno di quanto annunciato”.

“Forza Italia, attraverso Antonio Tajani, ha ribadito che serve uno scostamento di bilancio al mese: si proceda immediatamente su questa strada, per immettere liquidità sui conti correnti di famiglie e imprese. Ma il Governo deve farlo subito: la parola ‘domani’, quando si parla di aiuti a questi settori, va sostituita con ‘adesso’.

E lo diciamo anche al ministro Garavaglia, che annuncia una forte ripresa del turismo a maggio. Ne siamo felici, ma le aziende, ferme da tredici mesi, hanno bisogno di aiuti oggi, non tra un mese: si batta anche lui, affinché gli indennizzi, per chi è costretto a non aprire, arrivino oggi. Senza sostegni immediati, – ammonisce Marini – assisteremo a migliaia di fallimenti: non capirlo sarebbe una colpa grave, che avrebbe conseguenze sociali devastanti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui