Ci lascia il giorno del suo compleanno Gigi Proietti, era ricoverato in una clinica romana

190

Oggi sarebbe stato il compleanno del “maresciallo” dei Carabinieri di Viterbo più famoso d’Italia!

Benedetto da un’innata vena d’ilarità e comicità, oggi avrebbe festeggiato il compleanno il maresciallo dei Carabinieri di Viterbo più famoso d’Italia: il maresciallo Rocca alias Gigi Proietti. Con o senza divisa, è e rimane un grande! Mentre girava il famoso sceneggiato nella Città dei Papi, si fermava a scambiare battute con il popolo viterbese che lo adorava e si divertiva anche sul set. Semplice, alla mano, socievole, un grande artista dotato di umiltà e bravura.

Eclettico: attore, regista, doppiatore, comico e perfino cantante.
Uno specchio nella quale la società italiana contemporanea continua a riflettersi per capire dove stiamo andando. Un artista completo, dotato di autoironia, del proverbiale cinismo romano e di tanta generosità.

Impegno e serietà anche nella risata. I viterbesi adorano il loro “maresciallo” Rocca.
Ma proprio oggi, nel giorno del suo ottantesimo compleanno, ci lascia il grande artista Gigi Proietti.

Aveva sempre ironizzato sulla sua data di nascita: “Che dobbiamo fa’? La data è quella che è, il 2 novembre”.

Gigi Proietti era ricoverato in gravi condizioni nel reparto di terapia intensiva di una nota clinica romana. La causa non è il Covid, ma problemi cardiaci. Ciao, Gigi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui