La candidata sindaco di 'Per il Bene Comune' e 'Viterbo la Splendida' chiude al Sacrario la campagna elettorale

Ciambella: “E’ il tempo delle persone libere. Domenica avete un potere fortissimo, esercitatelo nelle urne”

86

Una festa della famiglia, con giochi per i bambini, trampolieri, giocolieri, musica. Luisa Ciambella, candidata sindaco di ‘Per il Bene Comune’ e ‘Viterbo la Splendida’, chiude così all’insegna dello “stare tutti insieme” la sua campagna elettorale al Sacrario nello spazio davanti agli Almadiani.

“E’ tempo delle persone libere come la mia squadra che ha scelto di stare con me per il bene della città. Siamo stanchi di vedere i carri allegorici che arrivano da Roma, ci portano solo guai” dichiara tra gli applausi.

Racconta la disperazione e le lacrime delle tante persone incontrate in questi giorni di campagna elettorale. “Alcuni ci hanno detto che non votano da 20 anni, una persona addirittura da 25”.

Si scaglia contro le “ammucchiate politiche contro natura, i fritti misti civici come sono stati i 5 stelle che ora per sopravvivere emulano i partiti”.

Poi sottolinea “che non basta essere donna per fare il sindaco, occorrono le competenze.

Luisa Ciambella tra i punti programmatici cita le scelte coraggiose. “Non dobbiamo piegarci. A Viterbo i diritti sono diventati concessioni. Noi abbiamo la testa alta e la schiena dritta. La mia scelta coraggiosa è stata lasciare il Pd”.

Tra le battaglie e i temi più rilevanti ricorda quella per l’acqua pubblica e contro l’invasione dei rifiuti romani e laziali.

“Proprio oggi in Provincia sono riusciti a privatizzare l’acqua, un bene primario, sembra con una maggioranza raggiunta facendo votare anche i piccoli comuni. In Comune solo noi abbiamo cercato di difendere l’acqua pubblica con atti portati in tribunale”.

E sui rifiuti amaramente ironizza “Benvenuti a Viterbo discarica del Lazio” e spiega che “in Regione un consigliere di questa provincia ha disposto di portare tutti i rifiuti qui per 36 mesi, rinnovabili”.

Una situazione che a breve si aggraverà perché “è stata chiusa anche Aprilia”.

Tocca poi i vari punti che compongono il suo programma di governo e conclude, rivolgendosi alle molte persone presenti:

“Domenica avete un potere potentissimo da esercitare con il vostro voto per il bene comune di Viterbo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui