Cimitero, Ubertini: “Iniziata la verifica. Gli esiti la prossima settimana”.

Il caso, sollevato da Antoniozzi (Viterbo 2020), riguarda il divieto di costruire a meno di 200 metri dal camposanto

173
Il Cimitero San Lazzaro di Viterbo

Troppo cemento a ridosso del cimitero. A denunciare la situazione di lottizzazioni che non rispetterebbero la distanza obbligatoria, stabilita da una norma del 1934, è stato il consigliere di Viterbo 2020 Alfonso Antoniozzi.

La questione investe sia l’assessore all’Urbanistica Claudio Ubertini che quello ai Lavori pubblici Laura Allegrini.

Perché le uniche deroghe ammesse dalla norma riguardano solo strade e monumenti e la possibilità di ampliare il 10% di edifici già esistenti.

La legge del ’34 vieta di realizzare costruzioni nel raggio di 200 metri dal perimetro del camposanto.

“Abbiamo dato mandato agli uffici di eseguire un’accurata indagine. – dichiara l’assessore Ubertini – Occorrerà qualche giorno per effettuare una puntuale ricognizione tecnica”.

Anche perché alcune delle situazioni sotto osservazione risalgono a fine anni ’80, altre invece sono molto più recenti.

Tutte avrebbero ricevuto parere tecnico favorevole dagli uffici. Resta da capire se tale parere abbia fatto seguito a una verifica della norma in questione e se, nel frattempo, siano state apportate modifiche alla legge del 1934.

“Entro la fine della prossima settimana – afferma Ubertini – probabilmente saremo in grado di avere notizie più precise in merito”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui