Civiche benemerenze, il grazie del comune di Viterbo alle realtà in prima linea contro il Covid

Consegnate stamani dal sindaco Arena in una cerimonia molto partecipata tenuta al Teatro Unione

173

E’ la giornata del grazie da parte dell’intera città, rappresentato dal sindaco Arena e dall’intero consiglio comunale, a tutte quelle realtà istituzionali, associative e territoriali che durante il periodo più buio della pandemia da Covid si sono distinte per le loro attività finalizzate al contenimento e al contrasto del virus.

Una proposta, partita dal consigliere Matteo Achilli e dal gruppo di Viterbo 2020, e accolta dall’intero consiglio.

Gran cerimoniere oggi il sindaco Arena, che invece della fascia tricolore ‘indossava’ un foulard per tenere fermo un braccio al collo a seguito “di una piccola operazione eseguita qualche giorno fa”.

Nel suo intervento d’apertura della cerimonia, Arena ha ribadito l’importanza del vaccino e del rispetto delle regole.

Riferendosi all’attuale numero dei contagi in città dichiara “forse abbiamo allargato le maglie e ci ritroviamo con una situazione da gestire. Probabilmente dovremo continuare a convivere con i vaccini, perché è impensabile ricominciare daccapo, insopportabile l’idea di gestire nuove chiusure”.

Essere rispettosi delle misure anti Covid per evitare che “poi il sindaco debba emettere nuove ordinanze di restrizioni”.

Il riferimento è alla possibilità che a breve, forse già nel fine settimana, arrivi la misura dell’obbligo della mascherina all’aperto in zone ad alta concentrazione di persone.

E’ poi entrato nel vivo della cerimonia, con la consegna degli attestati di civica benemerenza.

In ordine alfabetico, partendo dalla Asl con il direttore generale Daniela Donetti, i vari responsabili delle unità operative di Belcolle fino al personale delle pulizie in campo per la sanificazione di locali e superfici.

Molte le associazioni premiate: dalla Croce Rossa all’Avis, alla Protezione civile, a quelle del volontariato tra cui Viterbo con Amore e Aism.

Riconoscimenti alle forze dell’ordine: dalla Polizia di stato con il questore Sant’Elia alla Polstrada, dai Carabinieri alla Guardia di finanza, dai Vigili del fuoco alla Polizia locale, rappresentata da comandante Vinciotti.

Civiche benemerenze anche alle forze armate presenti sul territorio comunale.

Attestati pure per gli edicolanti, tra le poche attività aperte durante i vari lockdown.

Senza dimenticare due settori della stessa amministrazione, che si sono rivelati fondamentali: l’Ambiente e i Servizi sociali. Premiata anche Viterbo ambiente per il servizio svolto per la raccolta straordinaria dedicata agli utenti in quarantena.

La cerimonia, la prima del genere a Viterbo, si è conclusa con l’intera platea in piedi per l’inno nazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui