Civita Castellana, al via la prima edizione di Autoctono per eccellenza

917
civita castellana

Domenica 9 Giugno prenderà il via la prima edizione di Autoctono Per Eccellenza.

Sarà la Residenza Antica Flaminia di Civita Castellana ad ospitare questo evento che, per la prima volta nel territorio della Tuscia falisca, coniuga due eccellenze per antonomasia: l’accoglienza di prestigio e l’espressione più autentica dei vitigni autoctoni.

Residenza Antica Flaminia, già Castello di Gargarasi, è un complesso di origine medievale edificato sul ciglio di un dirupo che domina la vallata del fiume Treja e la vecchia Consolare Flaminia. Il parco secolare che la circonda, oltre alle finiture di pregio e alla particolare attenzione e cura delle proprietarie, ne fanno un vero e proprio fiore all’occhiello per questo angolo di Tuscia.

Il luogo ideale per ospitare e divulgare quel mondo del vino che ha fatto del vitigno autoctono e del legame con la terra non una moda, ma due elementi imprescindibili di caratterizzazione.

Autoctono Per Eccellenza nasce da qui, un po’ per caso, molto di più per passione. Un evento con cui trasmettere l’interesse per i vitigni autoctoni e l’intenzione di celebrarli attraverso le eccellenze che sono stati in grado di generare nei territori di vocazione.

D’altronde l’Italia è il Paese con il maggior numero di vitigni autoctoni, alcuni anche molto rari, altri sull’orlo del dimenticatoio; una biodiversità immensa, celebrata e promossa da coloro che, soprattutto in tempi non sospetti, ne ribadivano la necessità di tutela; nomi come Luigi Veronelli o Mario Soldati.
Autoctono Per Eccellenza è quindi un viaggio dal nord al sud dello stivale, per cercare di capire il profondo nesso e la peculiare caratterizzazione che lega il vitigno al suo luogo di elezione.

La selezione delle aziende partecipanti è avvenuta cercando di coinvolgere chi aveva qualcosa da raccontare, una terra da far conoscere, un’interpretazione del vitigno da comunicare. Così ci saranno i grandi nomi del passato, accanto a quelli che grandi lo saranno certamente nel prossimo futuro.

L’organizzazione e la selezione delle aziende è stata curata da Roberto Marrone e Raffaele Marini, due nomi che, in maniera distinta e con peculiarità diverse e personali, operano nel mondo del vino da anni: come responsabile del settore commerciale di alcune aziende vinicole ,gestore di locali ed enoteche, nonchè Sommelier professionista il primo , come divulgatore, narratore, organizzatore di eventi e degustazioni tra la Tuscia e Roma, il secondo.

La manifestazione ha ottenuto due patrocini importanti: il primo è quello dell’AIS di Viterbo, grazie all’entusiasmo e all’impegno profuso dal suo attuale Delegato, il Sommelier Roberto Loffredi. Grazie a questo patrocinio possiamo contare su un ulteriore elemento di valorizzazione dell’evento: la master-class diretta da Maurizio Filippi, Sommelier AIS Umbria e Miglior Sommelier d’Italia 2016, oltre che sommelier presso Sala della Comitissa a Civita Castellana. Una sessione di approfondimento dedicata alle annate storiche imperdibili di cinque aziende, selezionate tra le partecipanti alla giornata di Autoctono per Eccellenza.

L’altro importante patrocinio che accompagna la manifestazione è quello della Condotta Slow Food Corchiano e Via Amerina, un connubio che si evidenzia attraverso un unico punto focale: la valorizzazione del territorio e delle sue espressioni enogastronomiche di qualità, testimoniate dalla partecipazione di produttori storicamente radicati sul territorio, che hanno fatto dell’artigianalità il loro baluardo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui