Il senatore leghista non si sbilancia ma intanto annuncia un 'restyling' della squadra

Civita Castellana, Fusco: “Il candidato sindaco? Lo individueremo con gli alleati”  

249
Fusco

La politica locale ritrova le piazze. Dopo la sordina causata dal periodo di lockdown i partiti tornano in mezzo alla gente, complice anche l’accelerazione dovuta alle elezioni che si terranno tra poco più di due mesi.

Il 20 settembre si riaprono le urne anche a Civita Castellana, ‘orfana’ del sindaco a seguito delle dimissioni del leghista Franco Caprioli dopo solo un anno di amministrazione.

E proprio al numero uno della Lega viterbese, il senatore Umberto Fusco abbiamo chiesto lumi sulle mosse future.

“Abbiamo iniziato a parlare con i cittadini, come facciamo sempre. La nostra politica è quella di dare massima attenzione e ascolto alle loro esigenze. E Civita Castellana è l’esempio che la Lega non è  legata alle poltrone. Non c’era più la possibilità di lavorare con 8 consiglieri, un sindaco e 4 assessori. Credo nessun altro partito l’avrebbe fatto, noi sì”.

 

Adesso come vi muoverete, dato che le elezioni sono dietro l’angolo?

“Nessun problema. Ho già fatto un primo incontro con tutta la squadra che ha partecipato alle scorse elezioni per una analisi delle tematiche su cui sono emerse delle criticità. Problemi che avevo già individuato qualche tempo fa, per questo non c’era più la possibilità di andare avanti”.

 

Pensa che il candidato sindaco debba essere espresso dalla Lega?

“E’ prematuro parlarne. Nei prossimi giorni incontrerò le forze di centro destra. La Lega c’è, è forte e ha già iniziato a lavorare sul territorio. Ora dobbiamo rivedere l’assetto del gruppo perché c’è tanta gente che ripone fiducia nel nostro partito. E di questo ringrazio i civitonici perché siamo e saremo sempre aperti al confronto e, nel contempo, abbiamo detto la verità”.

 

Preferisce non sbilanciarsi sul candidato sindaco?

“Non mi sbilancio per una questione di rispetto perché non ho ancora avuto modo di incontrare gli esponenti degli altri partiti. Il territorio è di tutti e voglio parlare anche con le forze sociali ed economiche. A iniziare dalle attività produttive. Civita Castellana come comparto ceramico è tra i primi in Italia e il sostegno alle imprese e la creazione di posti di lavoro è priorità assoluta per il territorio e per il Paese, più che mai in questo particolare momento. Dobbiamo cercare di accelerare, di stare vicini agli imprenditori, di fare da tramite per rappresentare alla grande il nostro numero uno Matteo Salvini perché tenga sempre sotto pressione il Governo affinché metta in campo le risorse di cui necessitano aziende e famiglie”.

 

I tempi sono stretti, come si affronta una campagna elettorale così breve?

“Siamo già in campagna elettorale. Sono tante le cose da affrontare perché abbiamo ereditato una città con moltissimi problemi e le difficoltà si sono presentate subito. E lì si è creato un momento in cui non si è più capito dove stavamo andando, si era persa la giusta direzione per questo non si poteva più continuare in quelle condizioni. Ringrazio Caprioli, gli sono stato e gli sarò vicino perché è una persona squisita e gli auguro tante soddisfazioni, e ringrazio la squadra della Lega che ha partecipato allo scorso turno elettorale. Ora voltiamo pagina, andiamo avanti con forza e coraggio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui