Riceviamo e pubblichiamo

Civita Castellana, il candidato Parroccini: “Il motore della città sono i giovani imprenditori”

336
domenico parroccini

Domenico Parroccini, candidato con Forza Italia e Unione di Centro alle elezioni del 26 maggio, presenta progetti concreti per la giovane imprenditoria della città. Il nostro programma, tra le varie proposte, mira anche alla realizzazione di aree di co-working e incubatori che possano accelerare lo sviluppo di start up innovative.

Civita Castellana è da sempre una città di lavoratori: giovani imprenditori, artigiani, agricoltori e professionisti hanno contribuito per decenni allo sviluppo economico del nostro paese. “Ora – afferma Domenico Parroccini – è il momento adatto per incentivare le imprese ad investire sulla nostra città. Dobbiamo puntare sull’innovazione per creare occupazione”.

Creare un network – una rete dunque – che consenta a chiunque di investire su Civita. Come? Ecco cinque punti fondamentali della nostra proposta:

1. realizzare infrastrutture digitali per incoraggiare gli investimenti e consentire alle imprese di confluire nel mercato civitonico;
2. affiancare le categorie produttive nell’accesso a fondi regionali, statali ed europei;
3. incentivare i giovani ad aprire nuovi locali commerciali per creare posti di lavoro;
4. diffondere l’idea di co-working e realizzare un incubatore: ovvero un programma progettato da un ente pubblico noprofit che nasce come contenitore di idee di giovani imprenditori. Su queste ideeaziende e privati potrannoinvestire risorse dando sostegno a start up innovative; attuando così un processo di potenziamento e diottimizzazione delle risorse, che porterà a nuovi posti di lavoro per giovani meritevoli. In linea col progetto di riqualificazione del centro storico inoltre, l’incubatore sarà realizzato proprio nella zona centrale della città;
5. costituire enti in grado di generare nuovi posti di lavoroattraverso una selettiva attribuzione della gestione di impianti pubblici sportivi, culturali e turistici.

Di particolare rilevanza il settore industriale – da anni fulcro della nostra economia – e quello turistico, sui quali svolgeremointerventi mirati per l’ottimizzazione delle risorse e per lavalorizzazione denostro ricchissimo territorio culturale e storico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui