Civita di Bagnoregio, eccellente ripartenza! Profili: “Sicurezza assicurata e sussidi ai lavoratori”

Il primo week-end di apertura dopo il lockdown ha portato un migliaio di turisti nel famoso borgo, che ora si prepara alla ripresa definitiva dopo il 3 giugno

314
Civita-di-Bagnoregio

Dopo la batosta del lockdown ri-parte Civita di Bagnoregio, il diamante turistico della Tuscia che negli ultimi mesi è divenuto un punto di riferimento per i viaggi intranazionali e internazionali. E tale ripartenza, come ribadito dal sindaco di Bagnoregio Luca Profili, è stata agevolata anche da diversi interventi del Comune e della Croce Rossa, volti a mettere in sicurezza la zona e ad aiutare i lavoratori a far “carburare” le aziende ormai ferme da mesi.

“Siamo partiti bene- esordisce Profili- tra sabato e domenica ci sono stati un migliaio di visitatori circa al borgo di Civita. Speriamo che, nonostante il meteo non troppo convincente, il ponte del 2 giugno ci porti un numero ancora maggiore di turisti.”

Gli interventi del Comune sono certamente stati fondamentali in questa eccelsa ripresa: “I commercianti hanno ri-aperto tutti, sia all’interno che all’esterno del borgo. Abbiamo permesso a tutti di ottenere gratuitamente il suolo pubblico e stanziato, tramite bando di agevolazioni a fondo perduto (assegnato in base a fatturati, investimenti e altri criteri), ben 52mila euro divisi tra 77 attività. Abbiamo ritenuto necessario essere più generosi.”

Poi il primo cittadino bagnorese passa a parlare delle misure adottate per contenere un’eventuale diffusione da coronavirus: “Nonostante non sia prevedibile l’affluenza dei prossimi giorni, ci siamo mossi come richiesto da decreti e ordinanze per stipulare un piano di gestione per il corretto mantenimento delle normative in vigore- e poi, specificando per quanto riguarda il ponte d’accesso al famoso borgo- sul ponte si potrà accedere solamente dopo una corretta misurazione della temperatura corporea, e per tutta la durata del tratto bisognerà mantenere la destra per evitare contatti troppo ravvicinati con chi viene in direzione opposta.”

Infine è tempo di ringraziamenti e speranze: “Ringrazio fortemente la Croce Rossa, che svolge un lavoro eccezionale e si occupa, tra le altre cose, di accompagnare disabili e misurare la temperatura a ogni nuovo turista, il tutto con la massima sicurezza.

Speriamo che dopo il 3 giugno si abbia il salto definitivo per il ritorno alla normalità!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui