La piaga delle liste d' attesa nelle ASL laziali

Civitavecchia record! Esami diagnostici fuori tempo massimo

383

Riuscire a prenotare – in tempi brevi o comunque consoni alle necessità – visite specialistiche ed esami diagnostici presso gli ambulatori delle aziende sanitarie, soprattutto laziali, equivale a vincere un terno al lotto.

Quante sono le probabilità? Poche… ma forse superiori a quelle di potersi far visitare presso le strutture delle Asl nei tempi previsti per legge.
Una problematica purtroppo diffusa e che, a quanto pare, sembra difficile da risolvere.
Lunghe liste d’attesa che – chi se lo può permettere – risolve ricorrendo all’intramoenia o agli studi privati.

Tradotto in soldoni: pagando di tasca propria. Due volte! La prima con quello che lo Stato ci decurta per il Servizio sanitario nazionale, la seconda quando sei costretto a rivolgerti a un professionista in forma privata.

Un problema che interessa anche la Asl Roma 4 – Civitavecchia in affanno in particolare per rispettare i tempi massimi delle liste d’attesa per Tac, elettromiografie e risonanze magnetiche.

C’è però da registrare una notizia positiva per quanto riguarda la Tac. L’ospedale civitavecchiese sta predisponendo il bando di gara per l’acquisto di una nuova Tac computerizzata. Spesa prevista 518mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui