Civitavecchia, rinvenuti reperti archeologici in casa. Denunciato 60enne

I carabinieri, entrati nell’abitazione di un 60enne romano, hanno sequestrato circa venti oggetti in terracotta

85
carabinieri fara sabina

Ieri mattina, nel corso dei quotidiani servizi di controllo del territorio, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia hanno individuato un appartamento nel quartiere San Gordiano, all’interno del quale hanno rinvenuto numerosi oggetti di dubbia provenienza, probabilmente reperti di interesse archeologico.

I carabinieri, entrati nell’abitazione di un 60enne romano, hanno sequestrato circa venti oggetti in terracotta – anfore, crateri, vasi, lacrimatoi – oltre a molti altri pezzi in bronzo – spade, pettini, monete – tutti esposti nel salone dell’appartamento. Il collezionista è stato denunciato in stato di liberà per ricettazione di beni archeologici di proprietà dello Stato, e si attende la perizia degli archeologi della Soprintendenza dell’Etruria Meridionale, finalizzata ad accertare l’autenticità ed il valore storico di quanto rinvenuto e sequestrato.

Le indagini dei Carabinieri continueranno per capire i canali di approvvigionamento dei pezzi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here