Clown di corsia: l’associazione GOJI VIP Viterbo allevia la sofferenza con un sorriso

A Viterbo i volontari clown di corsia sono l’associazione Goji Vip Viterbo ODV, nati nel 2008.

894

Portare allegria dove si vive un disagio, per sostenere l’immaginazione e la creatività dei pazienti bambini e adulti come antidoto alla sofferenza e alla malattia.

A Viterbo i volontari clown di corsia sono l’associazione GOJI VIP Viterbo ODV, nati nel 2008. La presidente di questo questo colorato gruppo è Clown Marara (Tamara Onofri) che mi racconta: “La nostra associazione promuove il vivere in positivo e il volontariato in ogni situazione di sofferenza fisica o sociale, anche attraverso eventi, pubblicazioni e testimonianze. I nostri strumenti sono i palloncini colorati, ile bolle di sapone, i nostri sorrisi e la magia del NASO ROSSO. Il nostro mestiere è particolare: proviamo a far ridere!”.

I GOJI VIP Viterbo ODV animano di sorrisi 4 reparti dell’ospedale Belcolle di Viterbo (pediatria, medicina generale, oncologia e ortopedia), oltre al reparto di medicina (ex geriatria) dell’ospedale di Montefiascone, la casa di accoglienza per minori Piccole Suore della Sacra Famiglia di Viterbo, la residenza sanitaria assistenziale di Villa Benedetta e Villa Fiorentina a Viterbo e le case di cura di Villa Noemi a Viterbo e Celleno e Villa Serena a Montefiascone. Inoltre l’associazione collabora con diverse istituzioni scolastiche per un progetto di sensibilizzazione alle emozioni positive rivolto ai ragazzi delle scuole della provincia di Viterbo.

“E poi… Sicuramente ci avranno visto per le piazze della nostra città! – esclama la presidente – Quando, ogni anno, in una giornata di maggio, scendiamo tutti in piazza per celebrare la fantasmagorica giornata nazionale del naso rosso. Molti ci conoscono, altri ci riconoscono dal nostro camice clown, che rappresenta la nostra Federazione, VIP Italia. Ognuno di noi poi la può personalizzare con colori e disegni fantastici”.

Nelle stanze di ospedale i clown di corsia non mettono in scena uno spettacolo, ma improvvisano e giocano con le persone, portando fantasia ed un mondo immaginario dove abitare un pò. “E’ così che un imbuto diventa un megafono – continua fiera ed emozionata – lo scopo è quello di usare il sorriso non come una cura, ma come un sostegno al processo di guarigione. Essere clown è uno stile di vita che ci insegna a capire e liberare le emozioni, a ridere e a vivere in positivo”.

Da quest’anno l’associazione è “mamma” di un programma importante,
la missione “Palermo”, rivolto ai bambini dell’oratorio salesiano di Santa Chiara, nel quartiere Ballarò, e ai giovani del quartiere ZEN 2, realizzato con lo scopo di promuovere e diffondere la filosofia del vivere in positivo attraverso il circo sociale.

“L’impegno del clown è volto soprattutto al miglioramento personale e corale della comunità. Ci ritroviamo periodicamente per la formazioni che mira allo sviluppo continuo dell’improvvisazione, all’acquisizione di tecniche di giocoleria, alla coesione del gruppo e anche a relazionarci con il rifiuto che a volte incontriamo sulla nostra strada”.

La straordinaria forza dei clown in corsia è la capacità di mettersi in gioco, di spogliarsi degli abiti quotidiani ed entrare in relazione con il mondo circostante, aperto o complesso che sia.

Per chiunque volesse entrare a far parte della famiglia VIP, da settembre sono previste una serie di giornate informative/conoscitive, propedeutiche al corso base per clown di corsia che si terrà ad inizio 2020. Il sorriso è assicurato e contagioso!

Per tutte le info GOJI VIP Viterbo ODV www.vip-viterbo.it/home.html

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui