“Coglione chi usa la mascherina all’aperto da solo”, nuovo affondo di Sgarbi

171
Foto Roberto Monaldo / LaPresse 23-04-2020 Roma Politica Camera dei Deputati - Voto di fiducia sul dl Cura Italia Nella foto Vittorio Sgarbi Photo Roberto Monaldo / LaPresse 23-04-2020 Rome (Italy) Chamber of Deputies - Vote of confidence on Care Italy law decree In the pic Vittorio Sgarbi

“Il virologo Guido Silvestri dice che obbligare le persone a indossare le mascherine quando sono da sole è una completa idiozia.

Mi pare che non ci sia bisogno di fare il virologo per capire che uno che cammina da solo in strada con la mascherina è un coglione.

Anzi, più che coglione è un intimidito, impaurito per paura di pagare una multa.

È grottesco che uno debba sentirsi obbligato a fare una cosa che non ritiene giusta; lo fa per paura e la paura è soltanto degli Stati dittatoriali”.

Non usa mezzi termini il sindaco di Sutri, Vittorio Sgarbi, per commentare le misure contenute nell’ultimo Dpcm, definendole “fasciste ed assurde”.

A rincarare la dose, l’annuncio del ricorso al Tar contro le mascherine obbligatorie all’aperto.

Sgarbi è il primo firmatario del provvedimento presentato dal  Codacons nel quale si legge:

“Le mascherine sono uno strumento indispensabile nella battaglia al Covid, ed è fondamentale usarle in tutte quelle situazioni in cui esista il pericolo di contagio e sia impossibile rispettare le distanze sociali, ma se lo Stato non è in grado di imporre il rispetto delle disposizioni anti-Covid e svolgere adeguati controlli sanzionando i trasgressori (si pensi ai luoghi della movida), non è pensabile scaricare le inefficienze della pubblica amministrazione sui cittadini, imponendo l’obbligo indiscriminato di indossare la mascherina sempre, quando ci si trova all’aperto.

“Siamo favorevoli all’uso delle mascherine e a tutte quelle misure in grado di limitare i contagi, ma ordinanze che obbligano a indossare Dpi anche quando si è da soli rappresentano una inaccettabile limitazione alle libertà personali dell’individuo.

Così come abbiamo fatto annullare con ricorso al Tar l’obbligo vaccinale per gli over65 nel Lazio, allo stesso modo il Codacons otterrà l’annullamento dell’ordinanza che impone di indossare sempre e comunque la mascherina all’aperto”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui