Coldiretti: Amatrice, avanti con la ricostruzione delle stalle

285

In riferimento all’ordinanza dell’ ottobre scorso firmata del Commissario Straordinario del governo per la ricostruzione, con l’ obiettivo di stabilizzare e rendere definitive le strutture produttive agricole e zootecniche, Coldiretti Rieti ha elaborato un protocollo per verificare i requisiti delle imprese agricole che avevano diritto alla delocalizzazione.

E’ un ulteriore passo avanti verso questo processo di ricostruzione del territorio, risultato dell’ incontro tra gli allevatori della zona amatriciana, i progettisti e alcune ditte specializzate nella costruzione di strutture per la zootecnia.

“Vogliamo accompagnare le aziende agricole, che stanno vivendo anni critici, cercando di velocizzare il più possibile l’iter burocratico – ha spiegato Alan Risolo, presidente di Coldiretti Rieti – Per contrastare l’abbandono del territorio è indispensabile che la ricostruzione vada di pari passo con la ripresa del settore agricolo che, negli ultimi due anni, ha fatto registrare un calo del 70% delle vendite”.

“E’ una tappa importante nel percorso di sostegno alle imprese che è partito subito dopo i tragici eventi del 2016 – ha concluso Giuseppe Casu, direttore di Coldiretti Rieti – E’ necessario riuscire a sviluppare al più presto un nuovo modello economico e produttivo”.

All’incontro hanno partecipato: Giuseppe Casu, direttore Coldiretti Rieti; Carlo Loffreda, condirettore Coldiretti Rieti; Damiano Cavallaro, segretario di zona Coldiretti Amatrice.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui