Riceviamo e pubblichiamo

Con Caprioli la Lega propone l’ennesimo esperimento elettorale

Civita Castellana è un territorio che ha spesso sopportato “esperimenti elettorali”. La seconda candidatura a sindaco in quota Lega è però unica nel suo genere.

591
caprioli
Franco Caprioli, sindaco di Civita Castellana

Civita Castellana è un territorio che ha spesso sopportato “esperimenti elettorali”. Le ultime notizie, però, come quella della seconda candidatura per la carica di sindaco in quota Lega, è unica nel suo genere. Forse un primato nazionale.

Il secondo candidato della Lega, che verrà presto presentato, Franco Caprioli, rispecchia quella figura di sindaco che Forza Italia e Fratelli di Italia hanno sempre detto di non volere. Lui è, infatti, un tecnico e non un politico. Poteva essere una figura da poter accostare ad un assessorato al bilancio dove, ripetiamo ancora una volta, un tecnico poteva fare un buon lavoro.

Una coalizione si costruisce partendo da due pilastri fondamentali: la pari dignità fra gli alleati e il rispetto reciproco. Entrambi risultati assenti in queste trattative che avrebbero dovuto portare ad un centro destra unito per le prossime elezioni. La mossa della Lega risulta essere, ancora una volta, avventata e completamente sconnessa rispetto ad una logica di coalizione.

Inutile che i nostri alleati leghisti ci rimproverino che le trattative siano saltate per colpa nostra, noi siamo sempre stati coerenti sulle nostre posizioni e aperti a soluzioni condivise e non imposte.

Seppur con immenso rammarico per non avere una coalizione di centro destra unita al prossimo appuntamento di maggio, non vogliamo scoraggiarci perché fino alla consegna delle liste, il dialogo, almeno da parte nostra, rimane aperto. Se si dovesse trovare un accordo ci dispiacerebbe davvero molto per il neo candidato sindaco Franco Caprioli, il quale si troverebbe ancora una volta, per rispondere a chi ammette che sia nuovo della politica, a dover fare un passo indietro. In tempi non sospetti, infatti, precisamente le scorse elezioni amministrative, alcuni di quelli che oggi lo propongono lo hanno già “bruciato” per un altro candidato sindaco.

In conclusione la linea di Forza Italia e Fratelli di Italia rimane sempre la stessa, trovare un accordo condiviso senza alcuna imposizione.

Fratelli d’Italia-Forza Italia

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui