Condannata a sei anni, giovane donna dichiara falsa gravidanza per evitare il carcere. Arrestata dalla Polfer

94

La polizia ferroviaria ha tracciato il bilancio delle attività svolte nell’anno appena trascorso.
Tra le operazioni che hanno interessato Viterbo e la Tuscia anche l’arresto, nel capoluogo, di una donna di 29 anni. La giovane, gravata da un ordine di esecuzione per espiare sei anni, cinque mesi e 26 giorni di reclusione per reati contro il patrimonio, ha dichiarato di essere incinta per evitare il carcere. Dichiarazione poi risultata falsa.

Un altro episodio singolare ha riguardato gli agenti della Polfer di Orte.
Allertati dai colleghi di Roma Tiburtina, a cui si era rivolto un senegalese 27enne poiché aveva dimenticato il proprio zaino sul treno, i poliziotti di Orte hanno ritrovato il bagaglio. Nello zaino però lo straniero trasportava oltre mezzo chilo di droga e pasticche. E’ stato denunciato per detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Nel corso del 2020 il compartimento Polizia ferroviaria Lazio, oltre a garantire l’osservanza delle norme anti-Covid, ha attuato i servizi di prevenzione e repressione dei reati all’interno degli scali ferroviari, a bordo dei treni e lungo le linee ferrate in tutta la Regione, per tutelare la sicurezza degli utenti del trasporto ferroviario.
Le attività messe in campo hanno prodotto 105 persone arrestate, 800 denunciate, 637 contravvenzioni elevate, per un totale di 461.857 persone identificate, contro le 216.520 del 2019, con un incremento di oltre il 110%. I lockdown, nazionali e locali, hanno determinato un calo generalizzato dei principali reati nelle stazioni e sui treni.
I furti denunciati hanno registrato una flessione di oltre il 55% rispetto allo scorso anno, passando da 1.077 del 2019 a 490 nel 2020. Durante l’anno sono state impegnate 25.498 pattuglie in stazione e più di 2.902 a bordo treno.

Complessivamente sono stati presenziati 6840 convogli ferroviari. Sono stati inoltre predisposti 2.240 servizi antiborseggio in abiti civili, sia negli scali che sui convogli, e 136 servizi di controllo straordinario del territorio. 343 i veicoli controllati, 25 le proposte di misure di prevenzione e di sicurezza. Rintracciati 129 minori, di cui 80 stranieri.
Per il contrasto ai furti di rame sono state organizzate mirate operazioni durante le quali sono stati controllati 141 centri di raccolta e di recupero dei metalli e sono stati effettuati 2.947 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie.
Numerosi i sequestri di droga: oltre 5,7 chili tra cannabinoidi, eroina, cocaina e sintetica.
Eseguiti anche 19 sequestri di armi da fuoco, taglio e improprie e oltre 130 quelli relativi a Dvd e Cd contraffatti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui