L'endorsement di Giuseppe Conte, presidente M5s, nell'incontro tenuto a Viterbo

“Condividiamo con Alessandra Troncarelli un progetto concreto, utile per i viterbesi non per la classe politica”

95

“Appoggiamo la candidata Pd Alessandra Troncarelli perché condividiamo un progetto concreto, utile per i viterbesi non per la classe politica”.

Il primo endorsement di Giuseppe Conte, presidente del M5S, arriva in un breve scambio di battute con la stampa prima dell’incontro al teatro San Leonardo.

Ad aprire gli interventi dal palco è la candidata sindaco Troncarelli che per rilanciare la città afferma: “Non basta il supporto della politica, serve la filiera istituzionale”.

E con fermezza dichiara: “Dal 13 giugno saremo noi a guidare la città, a restituire dignità a Viterbo e ai cittadini. Serve capacità amministrativa e noi non siamo quelli degli slogan ma quelli del fare”.

L’ex premier le fa eco, rivolgendosi alla platea.

“Il nostro progetto politico condiviso per la vostra città nasce dalla conoscenza dei vostri bisogni”.

Elogiando Viterbo “che ha già tanto, un centro medievale ben conservato e il più esteso in Europa” afferma che la città “ha bisogno di un’amministrazione che sappia lavorare, che voglia bene ai cittadini. E il Movimento è garanzia di tutto questo. Da noi chi lavora per tornaconto personale è fuori”.

Invitando i cittadini presenti “a serbare gelosamente questo patrimonio” ha aggiunto che a Viterbo si deve parlare di rigenerazione urbana e di comunità energetiche.

“Le amministrazioni di centrodestra sbeffeggiano l’idea delle comunità energetiche – stigmatizza Conte – ma è una cosa concreta che oltre al taglio strutturale delle bollette rende un servizio all’ambiente”.

Ha poi posto l’accento sulle battaglie che i 5 stelle stanno portando avanti a livello nazionale. Dal no al riarmo al salario minimo.

Sul conflitto in atto alle porte dell’Europa: ferma condanna della Russia e di Putin, solidarietà all’Ucraina ma stop a ulteriori invii di forniture militari. “Ora l’Italia deve essere in prima fila per gli sforzi diplomatici”. Il nostro Paese, per Conte, deve avere il coraggio di dire No all’embargo del petrolio russo: “Mosca si sta arricchendo con le sanzioni mentre noi ci stiamo avvitando in una spirale regressiva, con l’inflazione che sta galoppando, le materie prime che scarseggiano, il caro bollette e i rincari dei generi alimentari”.

Conte ha terminato il suo intervento con l’appello al voto. “Mettete la crocetta sui nomi di Alessandra Troncarelli e Massimo Erbetti, su un progetto politico serio. Se votate M5s ci renderete più forti nelle nostre battaglie. Sulla nostra onestà e sul taglio dei privilegi della politica non dovete avere dubbi”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui