Riceviamo e pubblichiamo

Conflitto Intrafamiliare, se ne parla con autorevoli esperti in un convegno

287
Conflitto Intrafamiliare, se ne parla con autorevoli esperti in un convegno di studi che si terrà a Viterbo sabato 30 marzo presso la Sala Conferenze della Provincia.
L’ente organizzatore è Kairos, associazione di psicologi clinici e forensi, costituita da psicoterapeuti specializzati in ambito psicodinamico e relazionale che operano attraverso una modalità di lavoro integrato in équipe multidisciplinari. Kairos si propone di accogliere la crescente richiesta di ascolto, analisi e cura del disagio individuale, di coppia e familiare e s volge la propria attività nei contesti
della Psicoterapia, della Psicologia Giuridica, della Riabilitazione e della Formazione.
Il tema del conflitto sarà analizzato in tutte le sue declinazioni, a partire dalle ricadute sui singoli, sul legame e sui contesti di appartenenza, fino ad arrivare alle possibili linee di intervento.
Numerosi gli interventi e le occasioni di approfondimento su temi come il conflitto genitoriale, lo  sviluppo psicoemotivo del minore in dinamiche familiari problematiche, la coordinazione genitoriale e via discorrendo.
Il dibattito sarà condotto da autorevoli relatori, tra cui il prof. Francesco Montecchi, de “La Cura del Girasole Onlus”, la professoressa Silvia Mazzoni, Università “La Sapienza di Roma” che si confronteranno  su temi di forte rilevanza scientifica e sociale, al fine di stimolare gli approfondimenti e fornire ai partecipanti strumenti conoscitivi ed operativi utili nell’esercizio della loro professione.
Ospite della giornata sarà il giudice Eugenio Maria Turco, presidente della sezione civile del Tribunale di Viterbo.
Per gli argomenti trattati, il convegno accomuna un ampio ventaglio di professionisti che, a vario titolo,  si occupano del sociale in diversi contesti istituzionali, da quello giuridico (giudici, avvocati, assistenti sociali) a quello sanitario  (psicologi, educatori professionali, medici), da quello scolastico a quello del terzo settore, senza escludere chi vorrà partecipare a mero titolo di interesse personale.
L’evento, completamente gratuito, darà anche la possibilità di richiedere, al costo di venti euro, sei crediti Ecm per le categorie interessata dall’obbligo di formazione continua (Medici, Psicologi,
Educatori Professionali, Logopedisti, Terapisti della Neuro-Psicomotricità.)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui