La struttura è ospitata nell'ex gasometro di Valle Faul. Questa mattina il taglio del nastro alla presenza delle autorità

Connessioni, reti, economia e territorio: inaugurata la nuova sede di Unindustria

73

Unindustria inaugura la sua nuova sede a Viterbo, ospitata nell’ex gasometro di Valle Faul. Si è tenuta questa mattina la cerimonia del taglio del nastro, alla presenza di autorità locali e regionali.

Ad aprire le danze, la presidente uscente di Unindustria Viterbo Stefania Palamides. “La nostra bellissima sede è la casa di tutti gli imprenditori. Il progetto inizia nel 2016 con l’acquisto del terreno, poi con il presidente Tortoriello ha subito un’accelerazione – ha affermato la Palamides – si è trattato di un intervento di recupero urbano innovativo, esempio di riqualificazione industriale nel vecchio gazometro aperto nel XIX secolo e chiuso nel 1974”.

Il presidente Filippo Tortoriello ha poi proseguito la presentazione: “L’obiettivo finale è essere accanto al nostro sistema di imprese e dialogare con le istituzioni locali – ha affermato – con l’Università della Tuscia in particolare c’è un rapporto di grande positività, il sindaco è poi una persona attenta alla città e al sistema di imprese. Il recupero di quest’area è un intervento che ha visto un dialogo importante con la Sovrintendenza, dato che era un sito sotto tutela, e credo che abbiamo dato una risposta estremamente efficace e positiva. Il manufatto non sarà solo al servizio delle imprese del territorio, ma anche aperto alla comunità”.

Per il sindaco di Viterbo Giovanni Arena, “la riqualificazione rientra in una visione di carattere generale che l’amministrazione ha voluto fare. Ero assessore ai Lavori Pubblici quando iniziò la riqualificazione di tutta la Valle Faul – ha aggiunto il primo cittadino – oggi con la sede si va a completare questa importante opera, Unindustria è il motore trainante dell’economia viterbese e di tutta la Tuscia”.

Anche il presidente della Provincia Pietro Nocchi ha sottolineato il carattere unico di questa struttura e l’importanza di farla conoscere ai giovani studenti.

L’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio Paolo Orneli ha posto l’accento sulla difficoltà del periodo storico che stiamo vivendo, soprattutto dal punto di vista economico. “Il mio grazie va a chi in questi tempi così difficili ha continuato a lavorare e a tenere accesa la luce della speranza per poter far ripartire l’economia – ha commentato Orneli – dobbiamo ricostruire la speranza e possiamo farlo continuando a lavorare sulle connessioni e le reti”.

Prima del taglio del nastro il Vescovo Lino Fumagalli ha recitato una preghiera di benedizione dedicata a tutti i presenti. “La benedizione va alle persone – ha spiegato il Vescovo – questa giornata è motivo di speranza se questa struttura, oltre ad essere al servizio degli industriali, riesce a fare sintesi con tutte le altre strutture del territorio, come un’antenna capace di percepire le domande del territorio ed educare gli altri”.

La cerimonia si è quindi conclusa con il taglio del nastro da parte della presidente uscente di Unindustria Viterbo Stefania Palamides, accanto al presidente designato Angelo Camilli, il sindaco Arena, il presidente di Provincia Nocchi, il presidente Tortoriello, il Vescovo Fumagalli, il Prefetto di Viterbo Bruno, il nuovo presidente di Unindustria Viterbo Saggini.

Presenti alla cerimonia anche il deputato Mauro Rotelli, il senatore Umberto Fusco e il Questore di Viterbo Massimo Macera.

fratelli d'italia
Il gruppo di Fratelli d’Italia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui