Consiglio comunale, Leonardi: “Una maggioranza super compatta, altro che cedimenti”

Il consigliere plenipotenziario da un lato critica le critiche all’operato dell’amministrazione comunale, dall’altro rivendica gli ottimi risultati elettorali di Fratelli d’Italia.

765
A sinistra il Consigliere plenipotenziario Sandro Leonardi, a destra il superassessore Massimo Ceccarelli

“Questa è una maggioranza super compatta, non ci sono cedimenti da parte di nessuno, le scelte politiche fanno parte di ognuno di noi. Ricordo che la nostra è una lista civica, non di partito: ognuno di noi può fare delle scelte senza alterare alcun equilibrio interno”.

Il consigliere con deleghe al Personale e Bilancio Sandro Leonardi (è stato del Psi, di Forza Italia, della Margherita, del Pd, ancora di Forza Italia, ora ha fatto campagna elettorale per Fratelli d’Italia), per molti il vero sindaco della maggioranza che sostiene il primo cittadino di Montefiascone Massimo Paolini, non ci sta a subire le critiche che gli piovono addosso da molte direzioni. Si fa forte dei voti presi tre anni fa alle ultime elezioni comunali; e di quelli delle ultime europee di domenica, dove insieme al superassessore Urbanistica e Lavori pubblici, Massimo Ceccarelli, ha fatto arrivare Fdi al 13,5% dal 5,88% delle europee 2014 (il nome del partito meloniano era Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale): per capire quanto di questo exploit alle urne falische sia merito di Leonardi-Ceccarelli lo si capisce mettendo a confronto il dato locale con quello della provincia di Viterbo, dove Fratelli d’Italia è all’8,5%. E il risultato provinciale è superiore a quello medio nazionale (6,46%).

Leonardi si sfoga su Facebook: “Dà fastidio forse che la Lega e Fratelli d’Italia insieme abbiano il 58% dei consensi dei montefiasconesi, che i 5 stelle, il Pd e Forza Italia siano spariti?”. Si proietta sulle elezioni comunali previste per il 2021, quando scadrà il mandato dell’attuale Consiglio comunale: “Tra due anni ci saranno nuovi candidati che si presenteranno all’elettorato per governare il nostro Comune”.

Ma la domanda è: c’è alternativa a questa maggioranza dominata da Leonardi-Ceccarelli-Paolini? L’attivista di maggioranza Massimiliano Sambin, è sicuro: “Non c’è alternativa”. E spiega: “I Cinquestelle a Montefiascone sono crollati in modo vertiginoso (13,8% contro il 22,64% delle europee 2014, ndr) e non fanno politica per far ripartire l’economia. Il Pd (con Matteo Renzi nel 2014 erano volati al 41,1%, e ora sono al 16%, ndr) è ben conosciuto per i disastri che ha fatto nel tempo. Dopo tanti anni di persone dentro i consigli comunali e negli uffici municipali ci deve essere un ringiovanimento, soprattutto mentale: politici che si impegnino per i bisogni della gente e che stiano tra le persone. Soprattutto serve una politica rivolta al futuro. In questo momento è tutto fermo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui