Dal 12 invece la prima delle cinque sedute ordinarie solo in videocollegamento, ad eccezione di quella del 23 in modalità mista

Consiglio straordinario il 23 novembre sui Lavori pubblici, nel mirino dell’opposizione l’assessora Allegrini

152
L'assessore ai lavori pubblici del Comune di Viterbo, Laura Allegrini

 

Giovedì 12 novembre, alle 15.30, il parlamentino di Palazzo dei Priori torna a riunirsi per una tornata consiliare di cinque sedute.

Dopo la prima assise dedicata alle interrogazioni – tra cui è facile prevedere si parlerà delle misure anti Covid alla luce dei contagi registrati in città -, le altre date sono il 17 novembre alle ore 9.30, il 19 alle 15.30, il 26 alle 9.30 e il 3 dicembre in pomeridiana alle ore 15.30.

La novità di queste sedute è la modalità: tutte in videoconferenza con l’unica eccezione del 26 quando è prevista la mista, ossia con una parte di consiglieri in presenza.

I consigli ‘ordinari’ saranno intervallati dall’assise straordinaria del 23 novembre, alle 9.30, dedicata ai Lavori pubblici.

Convocazione straordinaria richiesta dalla minoranza che, nell’ultimo periodo, ha mosso diverse critiche all’operato dell’assessore Laura Allegrini.

L’opposizione vuole conoscere lo stato dell’arte degli interventi realizzati e  da realizzare e gli atti di indirizzo politico, in merito all’utilizzo e gestione dei finanziamenti e di risorse proprie di bilancio.

All’ordine del giorno delle sedute ordinarie ben 32 punti tra cui la mozione, presentata da vari consiglieri, con la richiesta di revoca di alcune deleghe assessorili e il riconoscimento di S.Martino al Cimino come patrimonio mondiale  Unesco, proposto da Fratelli d’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui