E' in corso la seduta straordinaria richiesta dai gruppi di minoranza per discutere sulla diffida inviata dal Comune agli imprenditori lo scorso febbraio

Consorzio Apea, in Consiglio il confronto tra sindaco e opposizione

84

E’ in corso a Palazzo dei Priori il Consiglio comunale straordinario sulla situazione del consorzio Apea, costituitosi tra gli imprenditori del Poggino nel 2017 e destinatario di una diffida inviata in data 16 febbraio dal sindaco Arena.

Un fatto di cui i consiglieri non erano stati messi al corrente e che ha portato alla scelta di richiedere un approfondimento da parte loro.

L’inizio è stato piuttosto “infuocato”, con il sindaco Arena che sin da subito ha ammesso che avrebbe “preferito evitare questa seduta”, trattandosi di argomentazioni “prettamente tecniche”.

La richiesta per la convocazione del Consiglio, ricordiamo, è arrivata dai membri dell’opposizione, e in particolare da Alvaro Ricci (Pd), Giacomo Barelli (Viva Viterbo) e Massimo Erbetti (Movimento 5 Stelle), firmatari dell’ordine del giorno.

Oggi ci sarà spazio per un confronto anche con i rappresentanti degli imprenditori del consorzio, che interverranno durante il Consiglio.

In apertura il consigliere Ricci ha subito parlato di “occasione persa” in merito alla pubblicazione di un bando regionale che metteva a disposizione 11 milioni di euro per i vari consorzi Apea e a cui quello viterbese ha visto sfumare la possibilità di partecipare in seguito alla diffida. “Il sindaco diceva che il bando sarebbe stato sicuramente prorogato, ma oggi sul portale della Regione non ho visto nessuna proroga – ha dichiarato il consigliere del Pd – e questa opportunità per gli imprenditori del Poggino rischia di svanire. Ormai abbiamo perso questa opportunità straordinaria”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui