Contestata a Pang, reo confesso dell’omicidio di Norveo Fedeli, l’aggravante della crudeltà

236

Viterbo- L’impronta zigrinata della suola di una scarpa è stata rinvenuta sul cuoio capelluto di Norveo Fedeli, il noto commerciante viterbese ucciso il 3 maggio 2019, all’interno del suo negozio.

Per lasciare un’impronta del genere l’assassino dovrebbe aver calpestato con pressione e forza la testa della vittima, dopo averla uccisa sbattendogli violentemente uno sgabello sul cranio.

Ha anche fatto una foto al cadavere che giaceva a terra in una pozza di sangue.
Lo stesso sangue trovato sotto la scarpa di Michael Aaron Pang, il 23enne, reo confesso dell’omicidio.

È stata contestata all’omicida l’aggravante della crudeltà dall’avvocato di parte civile Fausto Barili, il quale ha presentato istanza, su richiesta dei familiari, chiedendo alla pm Eliana Dolce l’aggravamento della posizione di Michael Aaron Pang.

Il Pubblico Ministero ha formalizzato ieri, 13 luglio 2020, l’istanza. Gli adempimenti sono stati rinviati al 14 settembre, quando verrà ascoltato Pang per il completamento della fase istruttoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui