Contratto di fiume: la Giunta approva la proposta per partecipare al bando

il Comune di Rieti, in qualità di capofila, ha presentato alla Regione Lazio la richiesta di partecipazione all’avviso pubblico “Sostegno al processo per la sottoscrizione dei contratti di fiume”.

96
antonio cicchetti
Il sindaco di Rieti Antonio Cicchetti

La Giunta Cicchetti ha approvato, martedì 10 settembre, la bozza progettuale per partecipare all’avviso pubblico regionale “Sostegno al processo per la sottoscrizione dei contratti di fiume”.

Ripartendo da un Protocollo d’intesa siglato nel 2013 – tra Comune di Rieti, Provincia di Rieti e Comuni di Cantalice, Castel Sant’Angelo, Cittaducale, Colli sul Velino, Contigliano, Greccio, Labro, Morro Reatino, Poggio Bustone, Rivodutri – il Comune di Rieti, in qualità di capofila, ha presentato alla Regione Lazio la richiesta di partecipazione all’avviso pubblico. Si tratta di un progetto condiviso di area vasta che punta alla valorizzazione – attraverso la navigabilità e il miglioramento della fruizione del Fiume Velino – nel tratto che va dal Reatino a Piediluco. Il progetto è stato, inoltre, sottoposto e condiviso anche con il Sindaco di Terni.

“L’idea è quella di lavorare, in sinergia con tanti altri Enti locali il cui territorio insiste sul Fiume Velino, per tentare di valorizzare uno degli elementi che maggiormente caratterizza il nostro territorio – dichiara il Vicesindaco e assessore al turismo del Comune di Rieti, Daniele Sinibaldi – Il Fiume è una delle potenzialità straordinarie che abbiamo e tutti condividono l’interesse e l’obiettivo della sua valorizzazione, considerando le potenzialità che esprime anche in termini di sviluppo turistico, economico ed occupazionale.

Come territorio di area vasta, e non solo come Comune di Rieti, ci auguriamo che adesso la Regione Lazio possa sostenere questo percorso e l’idea progettuale messa in campo. Se dovessimo ottenere la condivisione della Regione il passo successivo sarà quello di redigere e presentare un progetto esecutivo per dare corpo e anima al cosiddetto ‘contratto di fiume’”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here