Contro ritardi e disagi ecco lo sciopero dei pendolari

L'iniziativa, nata tra i viaggiatori di Milano, potrebbe benissimo essere replicata ad Orte o sulla linea Roma Nord.

Annunciato l’ennesimo sciopero dei trasporti. Sembrerebbe una notizia irrilevante tra manifestazioni ed agitazioni sindacali all’ordine del giorno, soprattutto proprio nel settore dei trasporti.

Stavolta però si sono invertite le parti. A scioperare non sono infatti autisti o macchinisti ma i pendolari.

Succede a Milano, dove studenti e lavoratori che usano la Trenord, ormai stanchi di ritardi, cancellazioni e “ore perse nella totale indifferenza” dell’azienda, hanno lanciato il tam tam su Facebook: “Nessuno compri biglietti e abbonamenti”.

Un’iniziativa per la quale è stata creata anche una pagina apposita “Sciopero pendolari Trenord”, nella quale si moltiplicano le adesioni all’agitazione di massa al grido di battaglia di: “basta al disservizio di Trenord, treni perennemente in ritardo, treni cancellati senza motivo, ore su ore perse nella totale indifferenza, treni vecchi, mal funzionanti, carrozze indecenti, treni perennemente sovraffollati, riscaldamento non funzionante d’inverno e aria condizionata non funzionante in estate, stazioni sporche, non funzionanti, distrutte” e “abbonamenti sempre più costosi”.

Tutto il mondo è paese, insomma, e le situazioni di disagio si ripetono, identiche, dal Nord al Sud della Penisola.

Lo “sciopero generale degli abbonati consiste – spiegano gli organizzatori sui social – nel non acquistare abbonamenti e biglietti nel mese di Marzo 2020 continuando ad usufruire dei treni, poichè se nessuno attua concretamente lamentele, reclami, proteste niente potrà mai cambiare”.

Una protesta pacifica, quindi, per rivendicare i propri diritti e magari da replicare anche ad Orte o sulla Roma Nord per far sentire la voce dei pendolari, vessati da quotidiani ritardi, disagi ed aumenti.
Chissà che ne pensano i rappresentanti dei rispettivi comitati?

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui