Coppa Carotti, il “CIVM” torna sul Terminillo

Con i suoi 13,45 Km la gara organizzata dall’Automobile Club Rieti è 8° Round di Campionato Italiano Velocità Montagna dal 26 al 28 luglio. Con 160 iscritti e tanti pretendenti al successo si rimescola tutto nel tricolore. C’è Ettore Bassi.

591
Terminillo

Ritorno in grande nella massima serie tricolore ACI per la 56^ Rieti – Terminillo, la gara organizzata dall’Automobile Club Rieti che dal 26 al 28 luglio sarà 8° round di Campionato Italiano Velocità Montagna ed assegnerà la 54^Coppa Bruno Carotti. Un tracciato dal fascino unico quello alle pendici del Monte Terminillo con i suoi 13,45 Km altamente tecnico, che copre un dislivello di ben 1.029 metri su una pendenza media del 7,5%, sul quali sono dislocate ben 42 postazioni di commissari di percorso. Il programma del week end laziale entrerà nella fase clou venerdì 26 luglio con le operazioni di verifica che si terranno dalle 14.30 alle 19.30 in località Vazia, presso la Direzione Gara le sportive ed in Via Maestri del Lavoro le tecniche. Sabato 27 le due salite di ricognizione  dalle 10 per i concorrenti ammessi al via, mentre la gara in salita unica prenderà il via alle 10.30 di domenica 28 luglio sotto la direzione di Fabrizio Fondacci e Roberto Bufalino. La Cerimonia di Premiazione sarà presso l’Azienda Emec in via Lisciano intorno alle 16.30.

Esordio nell’impegnativa e tecnica gara per Ettore Bassi, l’apprezzato attore e sempre preciso e meticoloso pilota che continua nel suo programma sportivo 2019 al volante dell’Osella PA 21 Jrb Suzuki curata da DM Competizioni, su cui la star di “Ballando con le Stelle” migliora continuamente il suo feeling ed ora vuole provare il brivido del Terminillo.

Tanti i pretendenti al successo presenti in ogni categoria che rimescolano le carte in CIVM. Di nuovo ai nastri di partenza Angelo Marino, il giovane salernitano che vinse l’edizione 2018 sulla Lola F.300 Zytek del Team Dalmazia, monoposto con cui l’alfiere Speed Motor rilancia la sfida nella ritrovata validità tricolore della blasonata gara. Per la vittoria in gara sono numerosi i candidati che sono anche in corsa per i preziosi puti tricolore ad iniziare dal leader Denny Zardo il veneto della Best Lap che al volante della Norma M20 FC Zytek di gruppo E2SC ha vinto a Verzegnis ed è salito sul podio di Morano ed Ascoli ed ora sul tecnico tracciato reatino potrà dare sfogo ai cavalli della biposto francese contando sul lavoro delle coperture ufficiali Pirelli su un tracciato lungo. A rimontare mira certamente il giovane Umbro Michele Fattorini, l’orvietano di Speed Motor che sembra aver superato la fase più critica delle noie partire sulla Osella FA 30 Zytek di gruppo E2SS ed ora attacca il Terminillo forte del feeling con le gomme Avon.

In cerca di netta rimonta anche il sardo Omar Magliona che arriva a Rieti con la serenità del lavoro solto sulla Osella PA 2000 Honda dalla Samo Competition, ma anche con tutti i suoi punti tricolori all’attivo e sarà avversario difficile per tutti l’esperto pluricampione sassarese alfiere di CST Sport. Riprende il CIVM anche per un altro giovanissimo sardo: Giuseppe Vacca il driver della Scuderia Vesuvio che ha risolto i danni avuti sulla Osella PA 2000, grazie al sempre efficace lavoro di Paco 74, dopo il principio d’incendio che ne ha arrestato la corsa ai punti ad Ascoli. Torna della partita anche il giovane catanese dell’Ateneo Luca Caruso, il driver etneo più che convincente al volante dell’Osella PA 2000 Honda con cui al suo primo CIVM ha già collezionato un podio a Luzzi.

Si legge in un comunicato dell’Aci di Rieti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui