Coronavirus, oggi il tavolo di crisi al Pincio

Intanto la Asl rassicura sulle condizioni dell'uomo rientrato a Civitavecchia dopo essere stato per lavoro a Codogno. "Non è stato in contatto con nessuna persona infetta"

271

“In considerazione delle notizie emerse sulla stampa, riguardanti un cittadino di ritorno da uno dei Comuni a rischio per corona virus, la Asl vuole rassicurare la popolazione di Civitavecchia, in quanto il soggetto in questione non risulta essere stato in contatto con casi di pazienti affetti da corona virus”.

Inizia così una nota del direttore generale della Asl Giuseppe Quintavalle sulle condizioni del civitavecchiese tornato venerdì sera da Codogno, uno dei comuni più colpiti dal corona virus, dove si era recato per lavoro.
“A solo scopo cautelativo il soggetto è stato invitato dalla ASl a rispettare l’isolamento domiciliare fiduciario, al quale si sta sottoponendo con ampia collaborazione. La ASL ha impartito le norme operative affinché non vi siano contatti con i familiari all’interno del domicilio, mettendo in atto quanto previsto dalle circolari ministeriali e regionali emanate per la sorveglianza ed il controllo del Corona virus. Il soggetto viene chiamato due volte al giorno dal Personale medico per controllare l’eventuale insorgenza di sintomi e si sottolinea che al momento gode di ottima salute. Nonostante non fosse richiesto dalle restrizioni impartite, la famiglia del soggetto si è spostata presso un’altra dimora per vivere con maggiore tranquillità la situazione.

La Direzione strategica è in contatto diretto con tutti i Sindaci dei Comuni interessati da residenti rientrati da zone a rischio, offrendo una comunicazione trasparente e puntuale sulla situazione costantemente monitorata”.

Intanto per questo pomeriggio alle 15 il sindaco Ernesto Tedesco ha convocato al Pincio il tavolo di crisi sul virus.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui