Brusaferro (ISS): "Proteggiamo i più fragili!"

Coronavirus, 475 morti in un giorno ma contagi stabili

236

La conferenza odierna della Protezione Civile ci aggiorna sulla crisi coronavirus.

Secondo i dati riferiti dal capo Angelo Borrelli sono 2.648 in più i positivi rispetto a ieri per un totale di 28.710 persone.

I morti sono invece 475 in più, mentre sono 1.084 le persone guarite (per un totale di 4.025).

La mortalità, afferma Silvio Brusaferro, Presidente dell’Istituto Superiore si Sanità, continua ad attestarsi sulla popolazione anziana e con patologia pregresse (80 anni di media).

Solo lo 0,8% dei deceduti con coronavirus non possedeva altre patologie, tipiche dell’età avanzata. Per questo, afferma Brusaferro, dobbiamo tutelare e proteggere i nostri anziani e le persone più fragili.

63 anni è invece l’eta media di chi viene contagiato, anche se sono confermati casi di bambini e giovani colpiti dal coronavirus.

“Dobbiamo essere consapevoli di essere in una fase ancora di analisi e ci vorrà ancora qualche giorno per vedere gli effetti dei decreti. Dobbiamo resistere e mantenere queste misure adottate”, conclude Brusaferro-

Nel particolare, sono 724 nella Regione Lazio i casi positivi al COVID19. Di questi, 232 sono in isolamento domiciliare, 374 sono sono ricoverati non in terapia intensiva, 44 sono ricoverati in terapia intensiva, 32 sono deceduti e 42 guariti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui