Sarà consentito anche l'accesso ai musei nei weekend, ma solo su prenotazione. Intanto c'è attesa per il nuovo Dpcm, che resterà in vigore dal 6 marzo e per tutte le festività pasquali

Coronavirus, dal 27 marzo riaprono cinema e teatri in zona gialla

159

Cinema e teatri dovrebbero riaprire le porte dal prossimo 27 marzo, ma solo nelle regioni che si trovano in zona “gialla”, con limitazioni minori.

A darne notizia è stato il Ministro alla Cultura Dario Franceschini in un messaggio su Twitter.

“Il confronto con il CTS e le integrazioni ai protocolli di sicurezza potranno consentire, in zona gialla, la riapertura di teatri e cinema dal 27 marzo, Giornata mondiale del teatro, e l’accesso ai musei su prenotazione anche nei week end”, ha comunicato Franceschini.

Intanto c’è attesa per la pubblicazione del nuovo Dpcm, che resterà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile.

Dal Governo hanno già annunciato che quelle che aspettano gli italiani saranno una Pasqua e Pasquetta “in tono minore”, con limitazioni studiate ad hoc per limitare la circolazione delle persone e la diffusione dei contagi da Covid, acuita dalla presenza di varianti ormai su tutto il territorio nazionale.

Tra le novità che verranno introdotte dal primo provvedimento a firma Draghi, ci dovrebbe essere la chiusura di barbieri e parrucchieri in zona rossa. Confermato il divieto di spostamento tra regioni, il coprifuoco dalle 22 alle 5, la possibilità di spostarsi in abitazioni private nella stessa regione in zona gialla una volta al giorno e quella di raggiungere le seconde case in zona gialla e arancione.

Nessuna buona notizia all’orizzonte per la riapertura di piscine e palestre, così come sembra tramontare l’ipotesi di Salvini di consentire il servizio dei ristoranti anche la sera in zona gialla.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui