Coronavirus, la singolare ‘profezia’ di Bill Gates nel 2018 su una possibile pandemia

Una previsione inquietante oggi alla luce delle centinaia di vittime e le decine di migliaia di contagiati in Cina

638
Bill Gates

Sconvolgente coincidenza o potenza di algoritmi e software specifici? Difficile rispondere. Fatto sta che nell’aprile 2018, durante una conferenza della Massachusetts Medical society a Boston, Bill Gates aveva dichiarato che il mondo si sarebbe dovuto preparare ad affrontare una pandemia.

Scatenata da un nuovo potente virus. Non solo.

Il fondatore di Microsoft individuava l’Asia come punto di partenza dell’epidemia che, con l’odierna facilità di spostamenti, si sarebbe diffusa velocemente a livello mondiale.

Mietendo, secondo la simulazione e le proiezioni grafiche, milioni di vittime in 6 mesi. Tanto da paragonarla alla famigerata influenza spagnola del 1918.

Lo studio del 2018, oltre a un tragico bollettino sul numero delle vittime, illustrava anche l’impatto e le disastrose conseguenze sull’economia mondiale.

In chiusura del suo intervento, Gates invitava il mondo a prepararsi ad affrontare le epidemie globali “come ci si prepara per una guerra”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui