E' guerra tra il sindaco di Sutri e la Regione sull'ordinanza che prevede multe a chi indossa la mascherina "senza necessità"

Coronavirus Lazio, l’assessore D’Amato chiede al Prefetto di intervenire e Sgarbi lo massacra: “Sconosciuto ignorante” (VIDEO)

148

L’ordinanza, anzi, l’editto (come definito da lui stesso), promulgato dal sindaco di Sutri Vittorio Sgarbi sta facendo discutere tutti ed è diventato uno dei temi di attualità più caldi in questi giorni. L’ordinanza ha fatto subito calare sgomento e scalpore nei salotti dove siedono i timorati del Covid, tanto che, sia dal Pd che dai Cinque Stelle, non si contano gli attacchi a Sgarbi.

L’ultimo a dare contro il critico d’arte è stato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. L’assessore zingarettiano aveva dichiarato: “Chiederò al Prefetto di intervenire”, ma la replica di Sgarbi, come da tradizione, non si è fatta attendere. In uno dei suoi seguitissimi video, il sindaco sutrino ha etichettato D’Amato come “Uno sconosciuto ignorante che non sa di cosa parla, è il Gallera del Lazio”.

Ovviamente, a meno che non sia cambiato qualcosa nella legge, cosa comunque non da sottovalutare di questi tempi, D’Amato avrebbe chiesto l’intervento del Prefetto di Viterbo, Giovanni Bruno. Nel video Sgarbi afferma: “Chiede l’intervento del Prefetto come se io non avessi già parlato con lui e soprattutto con il capo di Gabinetto del Ministero dell’Interno, a cui ho detto tutto ed evidenziato quello che D’Amato non sa”.

“Io non ho vietato niente – precisa – ho detto che vanno portate le mascherine come previsto dal Dpcm, ho interpretato e regolamentato coerentemente quanto previsto”. La multa, fa sapere Sgarbi, sarà di 2€, una cifra simbolica. Poi, appena legge che l’assessore gli dice di aver mandato un messaggio sbagliato, il sindaco si scatena: “Ma chi caz*o sei? Ma chi caz*o sei per dire sbagliato a me? Ignorante, studia le leggi che non conosci, capra totale”.

Infine Sgarbi chiosa: “Il Prefetto le dirà (a D’Amato n.d.r.) che quello che ha scritto Sgarbi è assolutamente regolare, io non vieto niente, dirò ai vigili urbani e ai carabinieri di segnalare a chi porta la mascherina da soli o con la moglie all’aperto che è sbagliato. I cittadini respirando anidride carbonica anzichè aria pura rischiano di ammalarsi, e questo lo dice qualunque medico intelligente”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui