A Belcolle tutto pronto per la possibile emergenza

Coronavirus, misure precauzionali attivate a Viterbo: équipe specializzata e tenda pre-triage

279

“Meglio prevenire che curare”, a Viterbo, come nel resto del Lazio, si stanno mettendo in campo misure precauzionali serie ed efficaci in vista di una possibile emergenza.

Al momento dalla Asl viene ribadito che “La situazione è sotto controllo, non c’è nessun caso accertato”, ma comunque si guarda al futuro e a Belcolle è stata posizionata la tenda pre-triage e costituito un team operativo per il Coronavirus, attivo dalle 8 alle 20, anche per l’effettuazione dei tamponi domiciliari.

Come e in quali casi sarà operativa la tenda fuori Belcolle? La Asl ci spiega che: “E’ già installata e sarà operativa, con il personale di Pronto soccorso, per il percorso di pre-triage dI pazienti che presentano sintomi di difficoltà respiratorie, nel caso in cui si dovessero verificare fenomeni di accessi elevati. Attualmente, infatti, in tutti i pronto soccorso aziendali, sono già presenti dei percorsi separati di triage per pazienti con sintomi respiratori”.

A proposito dell’équipe invece ci viene spiegato: “La nascita di questo team specializzato è legata all’esigenza di gestire sul posto le situazioni locali, in stretto coordinamento con l’ospedale Spallanzani”.

Queste misure precauzionali non sono comunque collegate a dei casi accertati, infatti dall’Azienda Sanitaria dichiarano: “Ci atteniamo alle disposizioni ministeriali e regionali, ma stiamo ragionando su tutte le ipotesi che comunque, al momento, non sono reali e concrete”.

Il paziente vetrallese ricoverato a Tarquinia risulta ancora sotto osservazione in attesa del secondo test, come da prassi, dato che la nuova verifica, come da regolamento, deve essere fatta a distanza di giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui