Coronavirus, è di Gradoli la settima vittima della Tuscia

551

E’ morto per via del coronavirus Francesco Nocchia, di Gradoli. E’ la settima vittima nella Tuscia.

A dare la notizia questa mattina è stato il sindaco di Gradoli Attilio Mancini, occasione in cui ha definito l’accaduto come una terribile esperienza, specificando che la vittima fosse morta all’alba.

Nocchia era ricoverato da diversi giorni in una struttura extra-asl di Viterbo.

Il sindaco ha tenuto nella cerimonia indetta dall’Anci di stamattina a ribadire la vicinanza di tutti nei confronti delle vittime, le quali purtroppo non possono ricevere né l’ultima carezza dei cari né un dignitoso funerale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui