Il 10 ottobre erano 817 i casi registrati nella Tuscia dall'inizio dell'emergenza; un mese dopo il totale supera quota 5000

Coronavirus, nella provincia di Viterbo in un mese oltre 4000 contagi in più

140

Il numero complessivo dei casi di Coronavirus nella provincia di Viterbo a partire dal 6 marzo 2020 (giorno in cui si registrarono i primi due positivi nella Tuscia) supera quota 5000.

Rispetto al 10 di ottobre, quando i contagi accertati nel territorio erano 817, in data 10 novembre il totale dall’inizio dell’emergenza ammonta a 5101, con una differenza di 4284 casi, senza tenere conto dei guariti.

Crescita dei contagi nella provincia di Viterbo. Fonte https://statistichecoronavirus.it/coronavirus-italia/coronavirus-lazio/coronavirus-viterbo/

Una cifra vertiginosa, a cui vanno aggiunti i nuovi casi comunicati oggi dalla Asl (37 nel capoluogo, superato soltanto da Montefiascone con 41 nuovi positivi) e che costringe ancora una volta a puntare l’attenzione sull’area del Viterbese, da settimane la più problematica del Lazio in base al rapporto tra tamponi effettuati e contagi (che determina l’innalzamento dell’ormai stra-famoso indice Rt).

Nel frattempo arriva la raccomandazione da parte dell’assessore alla Sanità regionale D’Amato ad aumentare l’allerta in tutto il Lazio, per evitare di ritrovarsi in “zona rossa”. La regione infatti è, al momento, ancora nella fascia di rischio più bassa (quella gialla), ma non si escludono cambiamenti nei prossimi giorni nel caso in cui la curva dei contagi non accenni a diminuire.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui