Coronavirus, Quintavalle: ”Situazione regolare e sotto controllo”

Asl Roma 4 al lavoro. Proseguono gli isolamenti. Tamponi effettuati negativi

205

 Dai nostri partner di Civonline, il quotidiano telematico

«Situazione regolare e sotto controllo». Sono le parole del direttore generale della Asl Roma 4 Giuseppe Quintavalle in merito alla situazione Coronavirus. Un messaggio positivo dai vertici della Asl Roma 4 che continua a lavorare in sinergia con le altre istituzioni. Proprio ieri l’azienda ha diffuso un vademecum sul comportamento da tenere per l’utenza e raccomanda di non recarsi inutilmente al pronto soccorso e di seguire con accuratezza le norme igienico sanitarie, ovvero lavare spesso le mani, evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute, non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani, coprire bocca e naso se si starnutisce o tossisce. La Asl aveva già attivato una task force, prima ancora della diffusione del covid19 che resta pronta ad intervenire in caso di emergenze, 24 ore su 24.

«Si sta procedendo – hanno spiegato in una nota – a intensificare la pulizia e la disinfezione degli ambienti sia ospedalieri che territoriali, con prodotti adatti ad annullare un potenziale contagio. Si è già proceduto all’organizzazione di un triage separato, ad evitare il più possibile spostamenti dal pronto soccorso agli altri reparti, come ad esempio la radiologia, effettuando gli accertamenti direttamente presso il Pronto soccorso». Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare la tenda a ossigeno per l’accesso separato al triage. «Sarà collocata – ha spiegato Quintavalle – vicino al Pronto soccorso e stiamo studiando le modalità di funzionamento. I vari isolamenti fiduciari proseguono e tutti i tamponi fatti fino ad ora sono negativi. Cerchiamo di tornare lentamente alla normalità».

La Regione ha attivato il numero verde 800118800 da chiamare se si hanno febbre, tosse, dolori muscolari e si è stati in aree interessate dal focolaio del coronavirus, o se si è entrati in contatto con persone provenienti da quelle zone. Intanto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha firmato l’ordinanza “Misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-2019” che, tra le altre cose, conferma lo stop a viaggi di istruzione fino al 15 marzo e la necessità di comunicare il rientro da zone a rischio negli ultimi 14 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui