Coronavirus, tranquillizza il ragazzo italiano contagiato: “Sto bene, non ho disagi particolari”

Sospiro di sollievo anche per gli altri connazionali risultati negativi ai test. In cinque, ricoverati allo Spallanzani, attendono ancora l'esito

216

“Sto bene, mi sento tranquillo. Al momento non ho nessun disagio particolare” sono le parole del 29enne italiano, primo caso di italiano contagiato da Coronavirus. Ricoverato presso lo Spallanzani di Roma, è risultato positivo ai test.

La notizia del suo contagio ha portato non poca apprensione agli altri connazionali, 55 in tutto, che si trovano alla Cecchignola. Ad aiutare anche le buone notizie pervenute dai medici militari che hanno chiarificato i risultati dei test per cui tutti i tamponi eseguiti erano negativi. E con la persona risultata positiva, hanno poi precisato, “abbiamo avuto pochi contatti in questi giorni. Prima che fosse trasferito allo Spallanzani, lui si trovava in una stanza singola”

I 56 italiani erano stati sottoposti, il due febbraio, ai testi previsti dall’Oms ancor prima della partenza da Wuhan. Tra di essi il controllo della temperatura ma non il tampone faringeo, esame eseguito solo successivamente una volta rientrati in Italia.

Al momento sono in undici ad essere ancora ricoverati allo Spallanzani. Cinque ancora in attesa di esito. Tre di essi, anche risultando negativi, rimarranno comunque ricoverati per altri motivi clinici.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui