Riceviamo e pubblichiamo

Coronavirus, Villa Serena premia il personale con un bonus nella busta paga di marzo

220
villa serena

Villa Serena srl premia i dipendenti. Per il loro senso di responsabilità, il personale ha trovato nella busta paga di marzo un bonus maggiore di quello di cento euro stanziato dal governo che arriverà nella busta paga di aprile.

Un provvedimento adottato dalla presidente e amministratrice delegata di Villa Serena srl, Elisabetta Ferrari, in accordo con il sindaco di Montefiascone, Massimo Paolini, come riconoscimento per lo spirito di sacrificio messo in campo dai lavoratori della struttura sanitaria in questo periodo di emergenza Coronavirus.

Come in altre strutture sanitarie, Villa Serena ha applicato i protocolli di sicurezza e le modalità idonee alla tutela dei pazienti ricoverati nella Casa di riposo e nella Residenza sanitaria assistenziale (Rsa), così da rendere del tutto sicura la struttura sanitaria.
E ancora prima dell’entrata in vigore del primo decreto del presidente del consiglio dei ministri sul lockdown e le misure restrittive, “l’amministratrice delegata, Ferrari, con il sindaco Paolini – sottolineano da Villa Serena – avevano già adottato tutte le procedure di prevenzione. Sempre disponibili i dispositivi di protezione individuale, necessari per il lavoro in tutta sicurezza dei medici, degli infermieri e delle operatrici socio sanitarie che si occupano dell’assistenza diretta agli anziani. I medici hanno inoltre adeguato i protocolli di sicurezza addestrando il personale e fornendo tutte le istruzioni necessarie così da ottenere i comportamenti adeguati al clima di emergenza Covid – 19”.

Non solo. “In brevissimo tempo è stato potenziato l’organico dei reparti – evidenziano ancora da Villa Serena – così da garantire a tutti i dipendenti un adeguato riposo. All’interno dello staff amministrativo è stato applicato lo smart working per poter rispettare le adeguate distanze di contenimento, garantendo comunque un’efficienza amministrativa del 100% attraverso il sistema informatico utilizzato anche per la cartella elettronica”.
Uno strumento, quest’ultimo, che ai medici di famiglia dà la possibilità di seguire tutti i pazienti presenti a Villa Serena tramite la rete informatica con l’ausilio del medico responsabile, dott.ssa Rosaria Sodo.

Senza dimenticare come, fin da subito, la struttura abbia cercato di rendere meno dolorosa possibile la restrizione per le visite dei famigliari attuando un programma di contatto continuo tramite il sistema delle videochiamate.

Di recente, infine, la Asl Viterbo ha effettuato tutti i controlli riscontrando come Villa Serena abbia assolto nel migliore dei modi a tutte le procedure previste dall’emergenza sanitaria e i protocolli emanati dalla Regione Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui