Ipotesi al vaglio qualora nel fine settimana non giungano nuovi provvedimenti da Regione o Governo

Covid, Arena: “Probabile didattica a distanza se non calano i contagi”

143

“Concentrare la massima attenzione sulle scuole, sulle residenze per anziani, sui centri sportivi e su tutte quelle realtà in cui si creano aggregazioni”.

Giovanni Arena sintetizza così quanto emerso dall’incontro del comitato dei sindaci della sanità che si è tenuto ieri pomeriggio alla Cittadella della salute.

Presenti il prefetto Giovanni Bruno, il direttore generale Asl Daniela Donetti e i primi cittadini di Viterbo Arena, di Soriano Fabio Menicacci, di Ronciglione Mario Mengoni, di Vetralla Franco Coppari e di Monte Romano Maurizio Testa.

Nel corso della riunione non sono stati decisi nuovi provvedimenti in virtù delle possibili ulteriori restrizioni che potrebbero arrivare nel fine settimana dal Governo o dalla Regione.

Per ora quindi resta fondamentale non abbassare la guardia e “far rispettare le disposizioni rafforzando i controlli”.

Sulle scuole, spiega Arena “l’attenzione deve essere massima all’entrata e all’uscita. I momenti di criticità si verificano all’esterno e sui mezzi di trasporto per gli studenti che vengono dalla provincia”.

“Nel complesso la situazione negli istituti scolastici non presenta particolari criticità. Alcune scuole non hanno alcun problema. All’Ellera sono stati registrati sei casi su un totale di 30 aule, 1 caso al Ruffini e uno al liceo classico”.

Arena però è pronto ad attuare dei provvedimenti.

“Se non arrivano disposizioni governative o regionali nelle prossime ore e se i contagi continuano a crescere, da lunedì sarei intenzionato ad adottare la didattica a distanza per gli istituti superiori. In questo modo, senza stravolgere la vita di nessuno, evitiamo anche il problema dello spostamento dalla provincia a Viterbo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui