Coinvolta maggiormente la popolazione tra i 40 e i 50 anni e molti giovani anche in età scolare

Covid, Arena: “Situazione di contagio diffuso. In città il trend dei contagi è in costante aumento”

133
Giovanni Arena, sindaco di Viterbo

Oramai da sei, sette giorni i numeri aumentano, il trend è questo. C’è una situazione di contagio diffuso in città, è un fatto matematico che continueranno a crescere”.

Il sindaco Giovanni Arena fotografa la difficile situazione del capoluogo: “Da una settimana su Viterbo città c’è tra il 40 e il 50% di positivi. Se il trend rimane invariato tra una decina di giorni si rischia di raggiungere i mille positivi, e sono davvero moltissimi”.

Sottolineando il senso di responsabilità dimostrato già nei giorni scorsi da tanti viterbesi spiega però le difficoltà riscontrate nel tentativo di circoscrivere i contatti dei positivi.

“Per molti non è stato possibile farlo e quindi non è stato possibile avviare un’indagine epidemiologica. Anche perché quando si fanno i nomi dei contatti poi si devono mettere tutti in quarantena quindi molti, per evitare che si possa interrompere l’attività lavorativa o altro, sono poco collaborativi”.

“Per ora i casi di positività interessano elementi giovani, gli anziani sono pochissimi. Oggi l’età media è tra i 40 e i 50 anni e molti giovani anche in età scolare ma che, curati a casa, riescono a superare il problema”.

Però “c’è anche l’indice di quelli gravi, anche a Belcolle abbiamo situazioni abbastanza complesse. Rispetto alla prima fase in cui i più colpiti erano tutti anziani che poi per altre patologie non ce l’hanno fatta, adesso c’è una situazione diversa. Però bisogna vedere quanto dura la diffusione del contagio con il rischio che possa riprendere anche i soggetti più fragili”.

Il sindaco anche oggi si confronterà con il direttore generale Asl Daniela Donetti per avere un quadro aggiornato sull’emergenza ma “considerando che gli effetti del nuovo Dpcm li potremo vedere tra una quindicina di giorni, penso che per le prossime due settimane non ci saranno grossi cambiamenti e, se non interverranno criticità che lo richiedano espressamente, non saranno presi ulteriori provvedimenti a livello locale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui