Covid, Austria verso un possibile lockdown per i non vaccinati

E' l'ipotesi paventata dal Cancelliere in virtù dell'aumento dei contagi

157
Da AdnKronos

Un lockdown ‘selettivo’.

E’ l’ipotesi che sta circolando in Austria dove si teme un’impennata di contagi a causa dei non vaccinati.

Al momento, come precisato dal ministro alla Sanità Mueckstein, si sta parlando del futuro.

Intanto però il governo austriaco ha fissato al 30% il limite dei posti di terapia intensiva occupati, qualora venisse superato chi non è immunizzato dovrà restare a casa.

Attualmente in Austria sono 220 i posti letto occupati in terapia intensiva, se si dovesse arrivare a quota 600 scatterebbe il provvedimento.

Il cancelliere Schallenberg, dichiarando che “stiamo per imbatterci nella pandemia di chi non è protetto”, ha annunciato un possibile ricorso al lockdown. Misura che sarebbe applicata soltanto a chi è privo di vaccino.

Una eventualità che il Cancelliere auspica possa essere di sprone per gli indecisi e i ritardatari, puntualizzando che la restrizione non riguarderebbe gli immunizzati e i guariti dal Covid.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui