Covid, continuano sbarchi dalla Sardegna. Giannini: “D’Amato non faccia scaricabarili!”

Quest'ultimo episodio  ha allarmato perfino il sindaco di Civitavecchia - Ernesto Tedesco - il quale ha inviato proprio alla Regione e al ministro dei Trasporti e della Salute una richiesta di aiuto per non mettere a repentaglio la salute dei suoi concittadini

179
Civitavecchia
Dopo il duro attacco a Zingaretti ce ne è anche per l’assessore laziale D’Amato. Daniele Giannini – consigliere regionale della Lega – non si ferma e punta il dito al responsabile della sanità del Lazio per la gestione dei rientri dalla Sardegna.
“L’assessore regionale alla sanità non faccia scaricabarile, i cittadini laziali sono giustamente preoccupati per come la nostra Regione sta gestendo il rientro dalle vacanze di chi si è recato Sardegna – commenta Giannini – oggi è stato perfino sbugiardato dal governatore Solinas precisando  che i controlli andavano fatti a monte cioè prima di recarsi nell’isola”.
Proprio sulla situazione dei tamponi Giannini dichiara: “Sarei curioso di quanti tamponi, l’assessore D’Amato, ha predisposto all’imbarco delle navi a Civitavecchia e in aeroporto, direzione Sardegna, in questi mesi. La risposta: Zero!”
“Fino a ieri – aggiunge il consigliere leghista – i passeggeri hanno continuato a sbarcare tranquillamente a Civitavecchia senza che nessuno si preoccupasse quantomeno di misurare loro la temperatura corporea”.
Quest’ultimo episodio  ha allarmato perfino il sindaco di Civitavecchia – Ernesto Tedesco – il quale ha inviato proprio alla Regione e al ministro dei Trasporti e della Salute una richiesta di aiuto per non mettere a repentaglio la salute dei suoi concittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui