Dopo la "tregua" estiva la Sicilia da lunedì vedrà il ritorno di alcune restrizioni. In Italia aumenta di poco l'incidenza dei casi e scende l'indice Rt

Covid, la Sicilia torna zona gialla. Speranza: “Il virus non è ancora sconfitto”

224

Dopo la lunga “tregua” dei mesi estivi una regione italiana passa di nuovo da zona bianca a zona gialla: si tratta della Sicilia, che da lunedì vedrà tornare diverse restrizioni.

Tra queste, c’è l’obbligo di indossare la mascherina sia all’aperto che al chiuso e il limite di quattro commensali seduti ai tavoli. Non ritornerà invece il coprifuoco – abolito a livello nazionale – e resteranno consentiti gli spostamenti sia all’interno del proprio Comune che fra regioni.

“Ho appena firmato una nuova ordinanza che porta la Sicilia in zona gialla. – comunicava il Ministro della Salute Roberto Speranza nella serata di ieri – È la conferma che il virus non è ancora sconfitto e che la priorità è continuare ad investire sulla campagna di vaccinazione e sui comportamenti prudenti e corretti di ciascuno di noi”.

I dati dell’ultimo report sull’andamento del Covid in Italia mostrano intanto ancora un leggero aumento nel tasso di incidenza dei casi – che passa da 69 casi ogni 100.000 abitanti a 71 – mentre diminuisce l’indice Rt, fissato ora a 1,01.

A preoccupare è invece l’aumento della percentuale delle persone ricoverate negli ospedali, che sale a 5,7% in terapia intensiva e a 7,1% nei reparti ordinari.

Questa settimana dieci regioni italiane sono classificate a rischio “moderato”, undici a rischio “basso”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui