L'assessore alla Sanità regionale ha rinnovato l'invito a vaccinarsi o completare il ciclo vaccinale prima della partenza per le vacanze

Covid, nel Lazio +80% di casi in una settimana. D’Amato: “Ci aspettiamo un peggioramento”

135
d'amato

Covid, dopo settimane di relativa stabilità tornano ad aumentare i contagi in tutta Italia.

Le cause sono l’ormai capillare diffusione della variante Delta su l’intero territorio nazionale e i viaggi fuori Italia, dato che sono molte le persone – soprattutto giovani – a contrarre il virus all’estero, non avendo ancora completato il ciclo vaccinale.

Un fenomeno in atto anche nella Tuscia, dove ormai da giorni si sono sviluppati diversi focolai a seguito di vacanze estive.

Nel Lazio sono in salita i casi accertati giornalmente (16,9 ogni 100.000 abitanti) e l’indice Rt, che si attesta adesso a 0,81.

Rispetto alla settimana precedente il numero di contagi è cresciuto circa dell’80%, come ha reso noto l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato. L’età media si abbassa a 23 anni.

“Ci attendiamo un ulteriore peggioramento”, ha dichiarato l’assessore D’Amato. Poi il monito in vista dei viaggi estivi: “Rinnovo l’invito a vaccinarsi o completare il ciclo vaccinale prima delle partenze per le vacanze”.

Intanto ieri nel Lazio su 9.000 tamponi effettuati e oltre 17.000 test antigenici, per un totale di quasi 26.000 test, si sono registrati 443 nuovi casi positivi (+90 rispetto al giorno precedente), 2 decessi (+1) e 186 guariti.

Resta invariato il numero dei ricoverati nei reparti ordinari (105) e in terapia intensiva (25).

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui