A disposizione per la dose booster solo il Moderna, che è comunque raccomandato da studiosi e virologi

Covid, nella Tuscia impossibile prenotare Pfizer

133

VITERBO – Da diverse settimane, ormai, c’è chi prova a prenotare la dose booster e non ci riesce. Almeno con il vaccino Pfizer, praticamente introvabile nella Tuscia: tutte le strutture destinate alle vaccinazioni hanno infatti a disposizione solo il Moderna. E va bene anche la vaccinazione eterologa, ma c’è a chi, per via di patologie, era stato strettamente consigliato il Cominarty e, purtroppo, adesso tentennao nella prenotazione.

Va detto che il problema riguarda tutto il Lazio e, più in generale, l’Italia.

Per gli “irriducibili” di Pfizer le notizie sono comunque due: la prima è che il booster con Moderna è autorizzato e studi e virologi hanno confermato come il mix tra i due non comporti problemi. Via libera, quindi, per chi vuole legittimamente vaccinarsi in fretta una volta superati i 5 mesi di protezione. Secondo quanto accertato infatti, dopo sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale, scende dal 72% al 40% l’efficacia nel prevenire qualsiasi diagnosi (sintomatica o asintomatica) di Covid rispetto ai non vaccinati. La seconda notizia è che le dosi Pfizer dovrebbero arrivare breve: l’Italia dovrebbe riceveer 2,5 milioni di dosi Pfizer tra gennaio e febbraio.

L’indicazione generale per proteggersi dal virus resta una: vaccinarsi, vaccinarsi, vaccinarsi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui