Duro attacco della capogruppo del PD al sindaco. Micci (Lega): "Forse oggi è cominciata la campagna elettorale per la consigliera, ma è meglio farla fuori dal Palazzo"

Crisi in Comune, Ciambella contro Arena: “Sarà ora di chiedere scusa alla città?”

270
arena ciambella

“Dite che non è successo nulla, ma per i cittadini è successo tutto. Nel suo intimo di uomo, ancor prima che di amministratore, non sente un pizzico di vergogna rispetto ai viterbesi?”. Duro attacco da parte della capogruppo PD Luisa Ciambella al sindaco Giovanni Arena in apertura del Consiglio comunale di ieri.

Dopo la crisi che ha attraversato la maggioranza di Palazzo dei Priori – e che, a detta del primo cittadino, può essere superata – secondo la Ciambella ci sono ancora molti nodi da sciogliere.

“In due anni siete passati da una crisi di nervi all’altra e si è fatto finta di nulla – ha proseguito la consigliera – crisi concluse con chiaccherate che non hanno risolto nulla. Le vostre non sono altro che liti di orticello che fate come maggioranza. Sarà il caso di chiedere scusa per l’ennesima volta alla città? – ha incalzato – Ad oggi ci troviamo alle soglie di agosto, l’anno è finito, tutte le ‘mirabilie’ sono state sostituite dal vostro atteggiamento di lotte tra bande, che ha sostituito il bene pubblico”. Anche perché, per la Ciambella, queste “piccole scaramucce, poi minimizzate” in seno alla maggioranza non faranno altro che allontanare i cittadini.

Un altro punto sui cui la consigliera ha insistito sono state le dichiarazioni di Gianmaria Santucci (Fondazione), secondo il quale la crisi comunale sarebbe “tutt’altro che superata”.

“Mi dispiace deluderla, voglio ricordarle che c’è una coalizione di quattro formazioni politiche che ha vinto le elezioni – ha risposto il sindaco Arena – per quanto riguarda Santucci, è intervenuto non per essere distruttivo sulle varie situazioni comunali, ma in maniera propositiva. C’è il momento della condivisione su tutto, e c’è il momento in cui non si pensa tutti alla stessa maniera”, ha aggiunto Arena.

“La nostra è una coalizione che non sta a riscaldare i banchi, ma è anche critica con se stessa – ha affermato il sindaco – l’importante è portare a casa i risultati che la città vuole, poi vedremo quanta gente si è allontanata dal suo gruppo politico e quanta si è avvicinata ancora più al centrodestra”.

Andrea Micci, capogruppo Lega Viterbo

Dopo la discussione tra Ciambella e Arena, il capogruppo della Lega Andrea Micci ha ammesso di essere rimasto “basito” da quanto affermato dalla consigliera del PD. “Quando sento certe cose, a quali interessi personali esattamente fa riferimento? – ha chiesto Micci – mi infastidiscono certe illazioni o quando si suggeriscono questi ‘retropensieri’ che non mi trovano d’accordo nel modo di fare o nel contenuto. Forse oggi è cominciata la campagna elettorale per la consigliera, ma è meglio farla fuori dal palazzo e non con qualcosa che si inventa la mattina per portare acqua al suo mulino”, ha concluso Micci.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui