Crociere, la Cpr scaricherà bagagli e provviste fino al 2023

Fumata bianca ieri per il rinnovo del contratto per il carico e scarico dei bagagli dei croceristi.

307
civitavecchia

Fumata bianca ieri per il rinnovo del contratto per il carico e scarico dei bagagli dei croceristi.
Dopo 7 mesi di intense trattative, la Roma Cruise Terminal, società composta da Royal Caribbean, Costa e Msc, ha rinnovato l’accordo con la Cpr, società affiliata della Compagnia Portuale che da anni si occupa di questo tipo di operazioni portuali. Il contratto che prevede l’esclusiva anche per carico delle provviste, ha durata fino al 2023 con possibilità di essere rinnovato fino al 2028.
“E’ stata dura – commenta il presidente della Cpr Patrizio Presutti – ma alla fine siamo riusciti a tutelare l’occupazione di circa 400 lavoratori tra Cpr, Cpc e interinali e di questo voglio ringraziare il presidente della Rct Franco Ronzi con il quale abbiamo sottoscritto l’accordo e la segretaria generale dell’Autorità di sistema portuale Roberta Macii che in questi mesi ha mediato tra le due parti”.
Ma non solo, l’accordo rinnovato e la previsione di crescite delle crociere per il 2019, con incremento ulteriore del turn around, potrebbero tradursi in nuovi posti di lavoro stabili. Come conferma il presidente della Compagnia Portuale Enrico Luciani.
“L’accordo con Rct è – spiega il numero uno dei camalli – una parte sostanziosa del nostro fatturato. Ora stiamo valutando di stabilizzare qualche decina di ragazzi per dare loro un futuro dignitoso”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui