Dal porto le opportunità di crescita per tutto il Lazio

Lo ha ribadito lo studio effettuato da Banca Intesa San Paolo. Oggi convegno a Molo Vespucci

147

“L’economia del mare, opportunità di crescita per lo sviluppo del territorio laziale”. Questo il tema del convegno dedicato all’Economia del mare organizzato da Intesa Sanpaolo, in collaborazione con SRM (centro studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo), Autorità di Sistema Portuale e Unindustria.
All’incontro, svoltosi oggi presso la Sala Convegni del Molo Vespucci a Civitavecchia, erano presenti:
Pierluigi Monceri, responsabile della Direzione regionale Lazio, Sardegna e Sicilia di Intesa Sanpaolo,
Massimo Deandreis, Direttore generale SRM, Francesco Maria Di Majo, Presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centro-settentrionale, Stefano Cenci, Presidente Unindustria sede di Civitavecchia e Marcello Di Martino, Direttore commerciale Imprese Lazio di Intesa Sanpaolo.

L’analisi di SRM ha messo in evidenza il grande ruolo che il sistema marittimo e portuale di
Civitavecchia, svolge per la crescita del territorio e ha sottolineato quali sono in prospettiva i nuovi
driver da sviluppare per far sì che lo scalo sia sempre più protagonista con investimenti infrastrutturali e l’attrazione di investimenti imprenditoriali.

“L’economia del mare – ha sottolineato il presidente di Unindustria Cenci – può essere un fattore di svolta per questo territorio. Quattro sono i settori su cui operare per il futuro in modo da far crescere le nostre imprese e migliorare la situazione occupazionale: implementare la movimentazione delle merci in container, sfruttare di dal punto di vista turistico le presenze legate alle crociere che vede Civitavecchia leader, la cantieristica navale e tutto il tema dell’energia sostenibile. Servono ovviamente infrastrutture stradali (prima fra tutte la Orte – Civitavecchia), ferroviarie e portuali”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui