Ai sette aspiranti attuali andrebbero a sommarsi i tre del frazionato centrodestra

Dalla penuria al raddoppio in pochi giorni, i candidati sindaco potrebbero salire a dieci

107

Per un lungo periodo sono stati in due, poi tre quindi quattro e attualmente sono sette. Per ora.

Stiamo parlando degli aspiranti alla fascia tricolore del comune di Viterbo.

E il totale non è ancora definitivo. Data la conflittuale situazione del centrodestra viterbese, infatti, all’elenco potrebbero aggiungersi altri tre nomi.

L’orientamento di queste ore sembra far propendere Lega, Forza Italia e Fondazione a correre ognuno per proprio conto e con un proprio candidato di bandiera.

Claudio Ubertini per il Carroccio, Giulio Marini per i forzisti e Gianmaria Santucci per Fondazione-Udc.

Quindi altre tre opzioni tra cui scegliere alle urne il 12 giugno.

Se così fosse, il numero dei candidati uomini supererebbe quello delle donne in campo.

Al momento, infatti, i maschi hanno recuperato soltanto un po’ di terreno con il totalizzatore che vede quattro donne (citate in ordine di presentazione ndr.) – Chiara Frontini, Laura Allegrini, Luisa Ciambella, Alessandra Troncarelli – contendersi lo ‘scettro’ del Comune e tre uomini: Giovanni Scuderi, Claudio D’Ubaldo, Marco Cardona.

Una eventuale ‘superiorità’ numerica che di fatto, qualora arrivino appunto i tre candidati del centrodestra, non cambia di un millimetro la prospettiva e che vede più che probabile una sfida per Palazzo dei Priori tutta al femminile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui